29 Settembre 2020 - 11:38

Noale (VE). L’Ass. Zen: “15 ludopatici nel comune, pochi rispetto agli abitanti, ma il GAP è un problema grave”

Bolzano. Il Tar dichiara “l’estinzione del giudizio” dando atto della rinuncia del ricorso di una società di gioco contro provincia e comune ADM. Ritirati biglietti della Lotteria Italia perché oggetto

27 Dicembre 2016

Print Friendly, PDF & Email

Bolzano. Il Tar dichiara “l’estinzione del giudizio” dando atto della rinuncia del ricorso di una società di gioco contro provincia e comune

ADM. Ritirati biglietti della Lotteria Italia perché oggetto di furto

Gianni Zen, assessore al Sociale del comune di Noale in provincia di Venezia ha riferito i dati sulla ludopatia.

“Sono 15 i noalesi in cura al servizio dipendenze dell’Asl 13 per il problema del gioco d’azzardo patologico- ha commentato-  Un numero basso in rapporto a quello degli abitanti qualcuno in più degli anni scorsi, ma già molti”.

“Dopo l’ordinanza dell’anno scorso, alcune attività commerciali hanno rinunciato alle slot e ora arrivano delle regole redatte con la Prefettura, alle forze dell’ordine, agli enti locali della Città metropolitana”.

Le “nuove regole” prevedono le aperture delle sale da gioco a non meno di 500 metri dai punti sensibili, scuole, parchi, impianti sportivi e luoghi di culto, come orario si potrà accedere sino alle 21.30. Le slot nei bar e nelle tabaccherie possono rimanere accese dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19.30. Vietate le pubblicità sul gioco.

PressGiochi