30 Gennaio 2023 - 02:51

New York. Una legge per rendere legale il poker online 

Il deputato dello stato di New York J. Gary Pretlow ha presentato un disegno di legge che legalizzerebbe il poker online nello stato. House Bill 1380 è stato deferito al

23 Gennaio 2023

Print Friendly, PDF & Email

Il deputato dello stato di New York J. Gary Pretlow ha presentato un disegno di legge che legalizzerebbe il poker online nello stato.

House Bill 1380 è stato deferito al comitato delle corse e delle scommesse per la revisione.

Il disegno di legge classificherebbe il poker come un gioco di abilità, rendendolo legale. Il disegno di legge nomina specificamente Texas Hold’em e Omaha Hold’em, ma afferma anche “così come qualsiasi altro gioco di poker che la commissione determina sia l’equivalente materiale di uno di questi, sia si tratti di cash game o di un torneo”.

La proposta richiede un emendamento alla legge statale sulle corse, sulle scommesse pari-mutuel e sull’allevamento.

Se il disegno di legge dovesse passare, i legislatori aggiungerebbero una sezione alla legge che ridefinisce un gioco di abilità rispetto a un gioco d’azzardo.

Il disegno di legge prevede: “Questi giochi sono considerati forme complesse di poker che coinvolgono la strategia del giocatore e il processo decisionale e che mettono i livelli di abilità dei giocatori l’uno contro l’altro.

In quanto giochi di abilità, queste forme di poker non rientrano nella definizione di gioco d’azzardo in quanto vietato dalla legge penale.

La supervisione normativa ha lo scopo di salvaguardare l’integrità dei giochi e dei partecipanti e di garantire la responsabilità e la fiducia del pubblico”.

Il disegno di legge rileva inoltre che “Internet è diventato parte integrante della società e il poker su Internet una delle principali forme di intrattenimento per molti consumatori” e aggiunge che “qualsiasi struttura normativa e di applicazione del gioco interattivo deve partire dalla premessa fondamentale che la partecipazione a un gioco legale

e l’industria del gioco con licenza è un privilegio e non un diritto, e tale controllo normativo ha lo scopo di salvaguardare l’integrità dei giochi e dei partecipanti e di garantire la responsabilità e la fiducia del pubblico”.

La proposta prevede l’accesso agli operatori con una quota di iscrizione una tantum anticipata di $ 10 milioni, il che significherebbe che solo i maggiori operatori online potranno entrare nel mercato.

Non richiederebbe agli operatori di collaborare con entità statali di casinò terrestri, aprendo potenzialmente le porte ai principali marchi internazionali.

Gli operatori pagherebbero il 15% delle entrate lorde del gioco d’azzardo (GGR), con tutte le entrate destinate al fondo della lotteria statale. Il disegno di legge afferma che la New York State Gaming Commission (NYSGC) promulgherà i regolamenti entro 180 giorni dall’entrata in vigore dell’articolo.

PressGiochi