24 Settembre 2022 - 21:24

Moratti (Vicepresidente Lombardia): “Sostenere il Terzo settore con i proventi del gioco d’azzardo e delle scommesse”

Ritengo che per le associazioni non profit la guerra in corso tra la Russia e l’Ucraina ha comportato un aumento spropositato dei costi dell’energia. Insieme con famiglie e imprese, il

23 Settembre 2022

Print Friendly, PDF & Email

Ritengo che per le associazioni non profit la guerra in corso tra la Russia e l’Ucraina ha comportato un aumento spropositato dei costi dell’energia. Insieme con famiglie e imprese, il mondo del Terzo settore sta pagando un prezzo altissimo sul fronte del caro bollette. Parliamo di quasi 400 mila onlus in Italia che impiegano 850 mila dipendenti. Solo a titolo di esempio, perché è una realtà che ben conosco, la Comunità di San Patrignano ha ricevuto per agosto una bolletta energetica da 730 mila euro. Solo un anno fa era di 70 mila. Penso che la soluzione più adeguata sia quella di utilizzare gli incassi provenienti dal gioco d’azzardo e dalle scommesse. Le realtà non profit sono state colpevolmente dimenticate nel decreto Aiuti e nel dl Aiuti-bis. L’intervento ad hoc contenuto nella bozza del dl Aiuti-ter, invece, non appare al momento sufficiente a sostenere le ingenti spese causate dagli aumenti dell’energia. Occorrono correttivi urgenti e pensare a soluzioni strutturali.

Lo ha dichiarato in una intervista rilasciata ad Avvenire Letizia Moratti, vicepresidente lombarda e assessore al Welfare in occasione di appuntamento organizzato a Roma dalla sua associazione, ‘Genesi’, insieme all’Università Cattolica del Sacro Cuore. Un’occasione che è servita a Moratti anche per indicare al governo una ricetta per venire incontro al Terzo settore oggi in difficoltà per l’aumento dei costi dell’energia: «Si potrebbe usare una parte dei denari che lo Stato incassa attraverso l’azzardo».

 

Quale ricetta propone per venire incontro ad un mondo, quello del Terzo settore, che molto spesso è estensione o è complementare con il socio assistenziale alla Sanità?
Penso – spiega la Moratti – all’utilizzo degli incassi provenienti dal gioco d’azzardo e dalle scommesse. Le realtà non profit sono state colpevolmente dimenticate nel decreto Aiuti e nel dl Aiuti-bis. L’intervento ad hoc contenuto nella bozza del dl Aiuti-ter, invece, non appare al momento sufficiente a sostenere le ingenti spese causate dagli aumenti dell’energia. Occorrono correttivi urgenti e pensare a soluzioni strutturali.

PressGiochi