30 Gennaio 2023 - 03:19

Mondiali ai primi verdetti; tra le scommesse, c’è l’imbarazzo della scelta

Il Mondiale di calcio è in prossimità dei primi verdetti. Entro venerdì prossimo, metà delle squadre riprenderà la via di casa, mentre le altre 16 cominceranno la fase ad eliminazione diretta, che si concluderà il 17 e il 18 dicembre con le finali per il 3° posto e per il titolo.

02 Dicembre 2022

Print Friendly, PDF & Email

Il Mondiale di calcio è in prossimità dei primi verdetti. Entro venerdì prossimo, metà delle squadre riprenderà la via di casa, mentre le altre 16 cominceranno la fase ad eliminazione diretta, che si concluderà il 17 e il 18 dicembre con le finali per il 3° posto e per il titolo. Francia ed Inghilterra sono partite come favorite, ma anche Olanda, Spagna, Brasile e Portogallo stanno giocando bene le proprie carte. Dal 3 al 6 dicembre scatterà la fase ad eliminazione diretta in Qatar. E, da quel momento, sarà un altro Mondiale anche se qualcosa abbiamo ormai capito dopo le gare vissute durante la fase a gironi.

La 22ima edizione della Coppa del Mondo di Calcio rappresenta sicuramente una novità per tifosi e appassionati di scommesse: è sicuramente la prima volta che si gioca in autunno/inverno, è la prima volta per un paese arabo. Ma il calendario è come sempre fittissimo: si inizia con 4 partite al giorno di cui la prima all’ora della pausa caffè (11.00), la seconda dopo pranzo (14.00), la terza all’ora in cui più o meno si torna a casa (17.00) e la quarta, alle pacifiche ore 20.00.

 

Sta di fatto che i Mondiali rappresentano un’occasione unica anche per tutti i bookmaker, nazionali e non. Infatti, sui portali di tutti i concessionari, a cominciare da Snai, Leovegas e Vincitu, c’è di che sbizzarrirsi tra le infinite opzioni di scommessa offerte. Ci mancano solo le quote sulle chiamate al Var e sul pubblico più numeroso e siamo a posto! Un panorama così vasto stimola le scommesse d’istinto, ma permettono anche al giocatore “tecnico” di imbastire un lavoro più capillare. Senza considerare il fatto che le recenti modifiche regolatorie che introducono cash out e asian handicap rendono il gioco ancor più interessante.

 

Basti pensare che l’American Gaming Association (AGA) ha stimato che 20,5 milioni di adulti americani (8%) prevedono di scommettere un totale di 1,8 miliardi di dollari sulla Coppa del Mondo FIFA 2022. Tre adulti americani su 10 (29%) che intendono guardare la Coppa del Mondo intendono scommettere sul torneo. Di questi, il 48% lo farà online, il 29% farà una scommessa casuale con un amico, il 23% con un bookmaker fisico al casinò.

Chi non è proprio esperto di betting, potrà affidarsi anche agli algoritmi che fioccano in rete, tramite i siti dei giornali sportivi. Però, andando a verificare gli esiti di certi (tanti) pronostici informatizzati, diremmo che è molto meglio… sbagliare da soli!

 

Intanto, fra un gol e l’altro, una svista arbitrale e uno svarione difensivo, lo spostamento della durata delle partite verso Quota 100 (minuti), il mondiale qatariota si caratterizza per per novità, sorprese e conferme, con qualche sporadica goleada che tira sempre su il morale. Tanti vorrebbero che Messi vincesse il suo primo (e ultimo) Mondiale, ma l’Argentina è scivolata addirittura sull’Arabia Saudita; il Brasile è dato per superfavorito, ma non potrà più contare su Neymar; della Francia si dice che se avesse potuto portare due squadre, entrambe sarebbero andate perlomeno in semifinale, ma se non ci fosse Mbappè sarebbe un’altra musica; il Belgio dato sempre per possibile sorpresa si è fatto maltrattare dal sorprendente Marocco; il Giappone è passato in pochi giorni dalla gloria alla vergogna e la Germania viaggia sul filo del rasoio. Intanto la Spagna ha scoperto che per vincere bisogna fare sesso, ma facendo attenzione alle orge (parola di Luis Enrique).

 

Tutto si sistemerà, più o meno, col termine della prima fase. Comunque, è chiaro che – come si dice al bar – nessuno se la porta da casa e i pronostici saranno sempre difficili, anche perché ci sono svariate underdog capaci di regalare sorprese.

Chi vincerà il mondiale? Il migliore, naturalmente!

Fonte immagine: https://it.depositphotos.com/