20 agosto 2019
ore 14:32
Home hot1 Molinaro (Cnr Pisa): “Lo studio in Piemonte ci permetterà di capire se i limiti alle slot funzionano e come”

Molinaro (Cnr Pisa): “Lo studio in Piemonte ci permetterà di capire se i limiti alle slot funzionano e come”

“Lo studio che faremo in Piemonte sul Gap ci permetterà di comprendere l’effetto delle normative contro il gioco su determinati territori della Regione”. Lo afferma a PressGiochi Sabrina Molinaro ricercatrice del CNR di Pisa dopo l’annuncio del progetto GAPS, commissionato dalla Regione Piemonte con l’obiettivo di acquisire informazioni di livello locale sulla diffusione del gioco d’azzardo. “Abbiamo campionato 85 comuni confrontandoli per tipologia. Un panel su cui speriamo di ottenere dei risultati che in sicurezza ci permettano di dire se tenere le slot spente o meno cambi il comportamento del giocatore. Magari ...
SHARE
Molinaro (Cnr Pisa): “Lo studio in Piemonte ci permetterà di capire se i limiti alle slot funzionano e come”

“Lo studio che faremo in Piemonte sul Gap ci permetterà di comprendere l’effetto delle normative contro il gioco su determinati territori della Regione”.

Lo afferma a PressGiochi Sabrina Molinaro ricercatrice del CNR di Pisa dopo l’annuncio del progetto GAPS, commissionato dalla Regione Piemonte con l’obiettivo di acquisire informazioni di livello locale sulla diffusione del gioco d’azzardo.

“Abbiamo campionato 85 comuni confrontandoli per tipologia. Un panel su cui speriamo di ottenere dei risultati che in sicurezza ci permettano di dire se tenere le slot spente o meno cambi il comportamento del giocatore. Magari cambia il risultato della raccolta o magari non riduce il problema del gap per coloro che ne soffrono.

Lo strumento di rilevazione è quello di uno spin off di IPsad. Un’indagine postale che sta per essere spedita in questi giorni agli 85 comuni con 30mila invii diretti ad una popolazione di riferimento tra i 18-80 anni”.

“Oggi – annuncia Molinaro – stiamo analizzando anche le scommesse che i giovani a volte fanno sulle challenge, sfide che li portano a rischiare per mostrare le proprie abilità. I ragazzi ci insegnano che spesso scommettono a scuola e a volte incaricano i maggiorenni a fare le giocate. Questa è una caratteristica tipicamente maschile. Le ragazze invece hanno altri passioni che potrebbero essere problematiche come l’internet addiction.

Infine, – conclude – l’attuazione del divieto pubblicitario e i suoi effetti previsti dal Decret Dignità potrà essere rilevata negli anni”.

 

PressGiochi

PASSWORD RESET

Inserisci codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.


LOG IN