24 Settembre 2020 - 03:36

Modica: accusati di svuotare le slot ora il giudice li assolve perché il fatto non sussiste

Assolti perché il fatto non sussiste due dei presunti componenti della banda dedita ai furti dei soldi delle slot machine e arrestati nell’operazione «Insert coin».   Secondo le indagini condotte

25 Luglio 2016

Print Friendly, PDF & Email

Assolti perché il fatto non sussiste due dei presunti componenti della banda dedita ai furti dei soldi delle slot machine e arrestati nell’operazione «Insert coin».

 

Secondo le indagini condotte dalla polizia nel 2012, la banda avrebbe effettuato oltre una dozzina di colpi in alcuni bar di Modica e Pozzallo, svuotando le slot machine. Il bottino sarebbe poi stato utilizzato per acquistare droga per uso personale o da spacciare a Modica. Ad accusarli fu un teste che non ha però confermato le pesanti accuse in aula.

Ora rischia un processo per calunnia e a tal proposito il giudice Ivano Infarinato, che ha assolto i due imputati, ha inviato gli atti alla procura per esaminare la posizione di quello che era ritenuto il teste chiave nel processo.

PressGiochi