28 Ottobre 2020 - 21:49

Milleproroghe. Poste le questioni pregiudiziali: la Camera le boccia

Forza Italia e gli altri gruppi politici hanno posto ieri alla Camera dei Deputati le questioni pregiudiziali sul decreto Milleproroghe chiedendo di non procedere all’esame del disegno di legge. Il

13 Gennaio 2015

Print Friendly, PDF & Email

Forza Italia e gli altri gruppi politici hanno posto ieri alla Camera dei Deputati le questioni pregiudiziali sul decreto Milleproroghe chiedendo di non procedere all’esame del disegno di legge.

Il Decreto comunemente definito Milleproroghe è abitualmente l’atto finale dell’anno solare per il governo in carica, dove trovano spazio tutte quelle correzioni ai provvedimenti non ancora attuati nella loro interezza, o per rivedere alcune disposizioni che non trovano l’efficacia sperata. Il decreto per il 2015 andrà convertito dal Parlamento entro la fine di febbraio pena la decadenza.

Ricordiamo che all’interno del Milleproroghe, all’art. 1, riguardante le pubbliche amministrazioni, si prevede la proroga per l’espletamento delle procedure concorsuali finalizzato all’assunzione di personale con qualifica dirigenziale e altre proroghe riguardanti Comandi di personale appartenente al Corpo nazionale dei vigili del fuoco, del pagamento e riscossione relative all’ex Agenzia sviluppo settore ippico-ASSI e del periodo di perfezionamento formativo presso uffici giudiziari.

PressGiochi