29 Luglio 2021 - 13:31

Milano: 91 verbali, 39 diffide e 87 sospensioni a slot machine accese in barba alle ordinanze sugli orari

Slot machine e videolottery possono rimanere accese a Milano solo dalle 9 alle 12 e dalle 18 alle 23. Lo prevede l’ordinanza 63 del 15 ottobre del 2014 (e successiva

16 Giugno 2021

Print Friendly, PDF & Email

Slot machine e videolottery possono rimanere accese a Milano solo dalle 9 alle 12 e dalle 18 alle 23. Lo prevede l’ordinanza 63 del 15 ottobre del 2014 (e successiva ordinanza 65 con modifica e integrazione) che stabilisce in quale fasce orarie sia autorizzato il funzionamento degli apparecchi con vincita in denaro, inclusi quelli che si trovano nei bar. Il provvedimento vale tutti i giorni, “festivi compresi”, e stabilisce anche che le sale gioco non possano stare aperte 24 ore su 24 ma debbano rispettare degli orari di esercizio, fissati sempre fra le 9 e le 12 e fra le 18 e le 23. Se si verifica una violazione, è prevista una sanzione pecuniaria di 450 euro. Accresciuta, in caso di particolare gravità o recidiva, da “una sanzione accessoria”, come la sospensione dell’attività delle sale giochi.

E i controlli? L’Unità Annonaria della Polizia Locale aveva staccato nel 2019 409 verbali alle attività che avevano violato le ordinanze anti-slot, con 64 diffide e 187 sospensioni per quegli esercizi commerciali risultati recidivi.

 

Nel 2020 sono stati molto meno: 91 verbali, 39 diffide e 87 sospensioni. Ma sarebbe poco significativo il confronto fra i due anni dal momento che le sale giochi e scommesse sono state chiuse per oltre 100 giorni durante il primo lockdown e poi ancora dallo scorso ottobre, secondo quanto riporta Il Giorno.it.

PressGiochi