26 Settembre 2020 - 02:12

Miglionico. I pentastellati propongono tagli fiscali a chi toglie Gratta&Vinci e slot

Sconti alla Tari del 50% per gli esercizi commerciali che rimuoveranno le slot machine e gratta e vinci dai propri locali. La proposta arriva in comune da parte di tre

13 Aprile 2015

Print Friendly, PDF & Email

Sconti alla Tari del 50% per gli esercizi commerciali che rimuoveranno le slot machine e gratta e vinci dai propri locali. La proposta arriva in comune da parte di tre esponenti del Movimento 5 Stelle che nei giorni scorsi hanno presentato all’attenzione del sindaco Angelo Buono e dell’assemblea comunale una mozione volta a deliberare lo scontro del 50% della Tassa dei rifiuti come sgravi fiscali anti-slot.

Lo sconto viene previsto anche per gli esercenti che decideranno di eliminare dal proprio business anche i gratta e vinci o prodotti simili. Il logo ‘Locale no slot machine’ – spiega il capogruppo consigliare del Movimento grillino – Antonio Digioia – verrà concesso su richiesta dall’esercente interessato e dovrà essere posizionato all’ingresso dell’esercizio commerciale”.

La proposta è fondata sul dato oggettivo relativo all’adesione da parte del Comune al Manifesto dei sindaci contro il gioco.

PressGiochi