18 Settembre 2020 - 12:43

Messina. La Caritas si attiva nella promozione dei locali no-slot

Dopo la giornata no-slot, la Caritas Diocesana di Messina non manca di rinnovare l’appello ai titolari di esercizi commerciali – tabacchi, bar, ecc. – affinché decidano, di rimuovere, o non

10 Luglio 2015

Print Friendly, PDF & Email

Dopo la giornata no-slot, la Caritas Diocesana di Messina non manca di rinnovare l’appello ai titolari di esercizi commerciali – tabacchi, bar, ecc. – affinché decidano, di rimuovere, o non ospitare, le slot machine che, in presenza di fragilità sociali, culturali, emotive, rischiano di trasformarsi in “fabbriche” di isolamento e di indebitamento, con conseguenze talvolta drammatiche, sempre difficili da affrontare.

Si dia spazio – questo l’invito della Caritas Diocesana – ad attività di aggregazione, animazione, coinvolgimento, perché è anzitutto nella relazione tra persone che si superano tristezza, disagi, illusioni.

E se questo è l’appello ai gestori di esercizi commerciali, un altro appello la Caritas Diocesana rivolge ai cittadini in genere e alla comunità cattolica in particolare: premiamo, semplicemente frequentandoli, quei bar, quei tabacchi, quei negozi che hanno eliminato le slot machine, e che, nel far questo, hanno dimostrato con i fatti di aver preso una fondamentale scelta etica.

 

PressGiochi