30 Settembre 2020 - 04:10

Meratese: proposta lettera di intenti tra i comuni per sollecitare regolamento contro il gioco d’azzardo

Per contrastare il fenomeno della ludopatia e trovare una modalità efficace di azione univoca, i comuni del meratese e casatese stanno lavorando per arrivare a definire un regolamento provinciale che

18 Luglio 2016

Print Friendly, PDF & Email

Per contrastare il fenomeno della ludopatia e trovare una modalità efficace di azione univoca, i comuni del meratese e casatese stanno lavorando per arrivare a definire un regolamento provinciale che sia di contrasto al gioco di azzardo, nelle sue diverse forme e con un occhio di tutela particolare ai giovani. A presentare il progetto ai sindaci di meratese e casatese sono stati Giorgio Mazzoleni del Sert e Michela Maggi del comune di Lecco.

“Dietro tanti problemi economici” hanno spiegato “spesso si nascondono problemi legati al gioco d’azzardo. Nel corso degli anni, partendo dal 1997, i vari governi che si sono succeduti, da Prodi fino a D’Alema passando per Berlusconi e fino a Renzi, non sono mai stati tolti giochi ma ne sono stati sempre introdotti oppure sono aumentati quelli che già c’erano. Il problema sorge quando le persone iniziano a indebitarsi e dopo è un crollo a catena di tutto il contesto che gira loro attorno”.
In provincia di Lecco i giocatori patologici sono quasi 7.500 e coloro che afferiscono ai centri di cura hanno età, estrazione sociale, abitudini differenti ma tutti sono caduti nella stessa rete.

Il progetto di contrasto al fenomeno del gioco di azzardo, sostenuto dalla regione Lombardia e dal consiglio di rappresentanza dei sindaci, oltre a prevedere la mappatura qualitativa e quantitativa delle sale giochi e dei locali con slot, prevede incontri formativi già nelle scuola e punta ad arrivare alla stesura di un regolamento provinciale . La richiesta avanzata ai primi cittadini è stata anzitutto quella della firma di una lettera di intendi, prodromica al regolamento. L’unione di tutti i comuni in un unico regolamento è inoltre un punto di forza in caso di ricorsi davanti al tribunale amministrativo.

Di fondamentale importanza risulta infine la mappatura dei centri di gioco presenti sul territorio nonché l’attivazione di sportelli di ascolto e di orientamento.

PressGiochi