24 Settembre 2020 - 22:28

Match fixing: Essa denuncia 42 casi di scommesse sospette nel secondo trimestre

Il secondo trimestre 2016 ha visto 41 casi di attività di scommesse sospette secondo l’organo per l’integrità del betting ESSA, che rappresenta molti dei più grandi operatori di scommesse sportive

19 Luglio 2016

Print Friendly, PDF & Email

Il secondo trimestre 2016 ha visto 41 casi di attività di scommesse sospette secondo l’organo per l’integrità del betting ESSA, che rappresenta molti dei più grandi operatori di scommesse sportive regolamentate internazionali.

Ben 34 casi sono riferiti al Tennis, l’83% del totale, seguito dal calcio, dal biliardo, pallavolo e beach volley. Di questi 24 casi sono stati riscontrati in Europa, seguono Asia e Africa con 5 casi ciascuna, Nord e Sud America con 6 casi e, infine, per un caso non è stato possibile determinare il Paese di origine.

Il Presidente dell’Essa, Mike O’Kane, ha ricordato alcune delle azioni intraprese dall’associazione nel corso del trimestre in questione, tra cui la condivisione di un protocollo di integrità con le autorità di regolamentazione francesi e lituane, una partneship con SportRadar incentrata sul tennis.

 

Il Tennis Integrity Unit (TIU), sta intervenendo per apportare alcuni miglioramenti al suo approccio per una politica di integrità sportiva. “E ‘giusto – ga dichiarato il presidente O’Kane – che le autorità del tennis cerchino di condurre un’indagine approfondita delle proprie procedure di integrità. Dobbiamo, piuttosto ragionevolmente, dare allo sport il giusto tempo per identificare e implementare le modifiche necessarie, ma sono chiaramente necessarie modifiche e al più presto possibile per tutti noi. Nel frattempo, ESSA continuerà a sostenere lo sport in questo importante sforzo, che si spera possa presto portare alla consegna di un modello di best practices che altri seguiranno ” ha concluso O’Kane.

PressGiochi

 

Scommesse clandestine su Euro2016: arrestate in Asia 4mila persone