30 Settembre 2020 - 08:38

Mantova. Multa da 1.600 euro per il gestore di una sala giochi privo di ‘formazione anti-gap’

Sale giochi nel mirino delle forze di polizia. Nel corso di uno degli ultimi servizi coordinati di controllo del territorio, la polizia locale di Mantova ha preso in castagna un

27 Aprile 2015

Print Friendly, PDF & Email

Sale giochi nel mirino delle forze di polizia. Nel corso di uno degli ultimi servizi coordinati di controllo del territorio, la polizia locale di Mantova ha preso in castagna un paio di sale slot. Piccole infrazioni amministrative, in verità. Ma se in un caso la vicenda è sanabile con il pagamento di poche decine di euro, nell’altro il verbale è da vertigine. La persona trovata a gestire la sala non aveva l’attestazione di frequenza del corso anti-ludopatia. Tutt’altro che un piccolo dettaglio: la recente normativa introdotta dalla Regione Lombardia prevede che gestori e dipendenti di sale slot, ma anche baristi e tabaccai che hanno nei locali dispositivi per il gioco d’azzardo, abbiano una formazione minima per gestire la relazione con i clienti a rischio di ludopatia. Per questo scatterà un verbale da 1.600 euro (la legge regionale prevede una sanzione tra i mille e i 5mila euro). Per l’altra violazione, la sala scommesse che dovrà pagare una multa di 50 euro, aveva le slot accese alle 23.30 mentre l’orario imposto dalla normativa comunale prevede lo spegnimento mezz’ora prima.

PressGiochi