09 Agosto 2020 - 20:18

Mantova. L’Ass. Caprini. “Abbiamo vinto davanti al Tar, ma non stiamo facendo una battaglia di proibizionismo”

Castel D’Ario (MN). Approvato il nuovo regolamento: sale giochi a 500 m dai luoghi sensibili Montebelluna (TV). Il Pd spiega le misure anti-Gap, partecipano Baretta (Mef) e la Sen. Puppato

06 Aprile 2017

Print Friendly, PDF & Email

Castel D’Ario (MN). Approvato il nuovo regolamento: sale giochi a 500 m dai luoghi sensibili

Montebelluna (TV). Il Pd spiega le misure anti-Gap, partecipano Baretta (Mef) e la Sen. Puppato

Andrea Caprini, assessore del comune di Mantova, resta “con i piedi per terra” nonostante la sentenza del Tar di Brescia che ha respinto il ricorso di un gestore contro i limiti di gioco imposti dalla sua amministrazione.

“Vorrei che fosse chiaro che non stiamo facendo una battaglia di proibizionismo – commenta Caprini – ma che come amministrazione siamo fortemente preoccupati per la proliferazione incontrollata dell’offerta di azzardo. È questo che vogliamo e dobbiamo tutelare, la protezione delle persone maggiormente a rischio dipendenza, i soggetti più fragili. a tutti quei bar, e sono sicuro che ce ne sono tanti nella nostra città, che vogliono sbarazzarsi delle macchinette perché vedono l’abbrutimento e i danni che l’azzardo provoca nei clienti più deboli e nelle loro famiglie. Bene, li invito a farsi avanti, a contattarci. Ho già parlato con il vicesindaco Buvoli e insieme, adottando degli incentivi concreti, possiamo aiutare gli esercenti che vogliono dismettere le macchinette a farlo. Guadagnandosi così il marchio lombardo di esercizio “No-Slot” e agendo una responsabilità sociale che la comunità sicuramente apprezzerà”.

PressGiochi

 

Tar Brescia respinge il ricorso di un gestore contro le fasce orarie del comune di Mantova

 

PressGiochi