21 Settembre 2020 - 14:24

Mantova. La minoranza propone una mozione sull’azzardo

A Mantova i consiglieri di minoranza Michele Annaloro (Movimento 5 Stelle), Pier Luigi Baschieri e Giuliano Longfils (Forza Italia) e Massimo Zera (Lega Nord) hanno presentato una mozione (firmata anche

13 Giugno 2016

Print Friendly, PDF & Email

A Mantova i consiglieri di minoranza Michele Annaloro (Movimento 5 Stelle), Pier Luigi Baschieri e Giuliano Longfils (Forza Italia) e Massimo Zera (Lega Nord) hanno presentato una mozione (firmata anche dai consiglieri della lista Bulbarelli) in cui si chiede la pianificazione relativa alla disciplina delle sale da gioco nel territorio del Comune per contrastare la ludopatia e ulteriori misure e provvedimenti relativi al contrasto del gioco d’azzardo patologico. Tra le diverse richieste: ridurre l’orario di apertura delle sale, istituzione di un marchio comunale ‘no slot’ e forme premianti come contributi o sgravi fiscali. “Su 591 punti di gioco come sale, tabaccherie e bar, in tutta la provincia solo a Mantova ne sono presenti 68- ha commentato Baschieri – sul tema del gioco d’azzardo l’amministrazione Sodano si è mossa parecchio con un regolamento per le sale da gioco nel 2011 e un ordinanza nel 2015 che prevedeva la possibilità di giocare dalle 9 alle 12 e dalle 18 alle 23”.

PressGiochi