05 Febbraio 2023 - 01:45

Manovra: la commissione Bilancio dichiara inammissibile la proposta M5S sul distanziometro alle slot machine

La Commissione Bilancio, nella quale la scorsa settimana sono approdate oltre 3mila proposte emendative alla legge di Bilancio, ha dichiarato inammissibile la proposta M5S a firma degli on. Quartini, Di

12 Dicembre 2022

Print Friendly, PDF & Email

La Commissione Bilancio, nella quale la scorsa settimana sono approdate oltre 3mila proposte emendative alla legge di Bilancio, ha dichiarato inammissibile la proposta M5S a firma degli on. Quartini, Di Lauro, Marianna Ricciardi ed altri che chiedevano:

“Per tutelare determinate categorie di soggetti vulnerabili e per prevenire il disturbo da gioco d’azzardo, è vietata la collocazione di apparecchi per il gioco di cui all’articolo 110, comma 6, lettere a) e b), e comma 7, lettera a), (Awp, VLT e apparecchi di puro intrattenimento tipo gru e pesche) del testo unico di cui al regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, in locali che si trovano a una distanza, misurata in base al percorso pedonale più breve, inferiore a 300 metri per i comuni con popolazione fino a 5.000 abitanti e non inferiore a 500 metri per i comuni con popolazione superiore a 5.000 abitanti da istituti scolastici di ogni ordine e grado, centri di formazione per giovani e adulti, luoghi di culto, impianti sportivi, ospedali, strutture residenziali o semiresidenziali operanti in ambito sanitario o socio-sanitario, strutture ricettive per categorie protette, luoghi di aggregazione giovanile e oratori, e a una distanza inferiore a 200 metri da apparecchi elettronici idonei al prelievo di denaro contante o da esercizi commerciali che svolgono le attività indicate nell’articolo 1, comma 2, della legge 17 gennaio 2000, n. 7.

I comuni possono stabilire ulteriori luoghi sensibili o distanze territoriali maggiori di quelle prescritte dal presente articolo e conseguentemente negare l’autorizzazione di cui al comma 1 tenendo conto dell’impatto della stessa sul contesto urbano e sulla sicurezza urbana ovvero di problemi connessi con la viabilità, l’inquinamento acustico o il disturbo della quiete e della salute pubbliche.

Sono fatti salvi leggi regionali o regolamenti comunali vigenti più restrittivi rispetto ai vincoli disposti dal presente articolo”.

PressGiochi