24 Settembre 2020 - 03:01

Malta. MGA: il gaming rappresenta il 12% del Pil, +31% sull’occupazione

Macao. I casinò pagano lo scotto del taglio del 50% dei prelievi al bancomat UK. Chambers (Clarion): “91 nuovi espositori internazionali già confermati per ICE 2017” Tra gennaio e giugno l’industria

09 Dicembre 2016

Print Friendly, PDF & Email

Macao. I casinò pagano lo scotto del taglio del 50% dei prelievi al bancomat

UK. Chambers (Clarion): “91 nuovi espositori internazionali già confermati per ICE 2017”

Tra gennaio e giugno l’industria di gioco maltese ha contribuito direttamente al 12,0% del prodotto interno lordo con un aumento dell’occupazione nel settore dei giochi del 31% su base annua. Inoltre, il valore aggiunto lordo per i primi sei mesi del 2016 é aumentato dell’11,9% rispetto allo stesso periodo del 2015. E’ quanto emerge nel resoconto intermedio sulle performance dell’industria di gioco nel periodo gennaio-giugno 2016 pubblicato dalla Malta Gaming Authority.

Le attività di gioco terrestri, si legge nel report, hanno generato oltre 250 nuovi posti di lavoro rispetto alla seconda metà del 2015, mentre i nuovi posti di lavoro nel settore del gioco a distanza sono aumentati di otto volte tanto.
Nella prima metà del 2016 le entrate fiscali sono stati pari a 28 milioni di euro, che rappresentano il 4,6% sul totale delle imposte indirette del governo maltese.
Alla fine di giugno, sono stati registrati 250 operatori di gioco a distanza in possesso di 490 licenze.
L’Autorità ha sviluppato un quadro normativo per i giochi di abilità.
L’autorità maltese ha continuato a lavorare con la Financial Intelligence Analysis Unit (FIAU) sull’attuazione della nuova 4° direttiva Antiriciclaggio che dovrà essere adottata il prossimo anno.
La regolamentazione sul gioco a distanza é stata modificata per rafforzare la tutela dei consumatori e promuovere la semplificazione amministrativa.
L’autorità ha proseguito con il lavoro sulla revisione della regolamentazione per rafforzare l’industria di gioco maltese (che entrerà in vigore nel 2017).
Si prevede che l’industria di gioco continuerà a crescere solidamente nel 2017.

PressGiochi