19 Ottobre 2020 - 17:22

Macao. Rischio chiusura per le strutture con positivi Covid all’interno, testati anche 53mila dipendenti

Un rappresentante della polizia giudiziaria di Macao ha suggerito che ai casinò potrebbe essere richiesto di sospendere le attività nel caso in cui venga rilevato un nuovo caso di infezione da Coronavirus nei loro locali.

27 Agosto 2020

Print Friendly, PDF & Email

Un rappresentante della polizia giudiziaria di Macao ha suggerito che ai casinò potrebbe essere richiesto di sospendere le attività nel caso in cui venga rilevato un nuovo caso di infezione da Coronavirus nei loro locali. Secondo Luís Leong, che ha parlato dopo una riunione del Gaming Inspection and Coordination Bureau con i sei operatori di casinò della città, la conferma di qualsiasi caso di COVID-19 in uno dei casinò “potrebbe implicare la chiusura di tale sede, che potrebbe avere un impatto significativo sull’economia”. Leong ha dichiarato che gli operatori di gioco della città dovrebbero seguire le linee guida emanate dal Governo alla lettera per chiunque entri nei luoghi di gioco. Protocolli rigorosi sono stati introdotti il ​​15 luglio, quando le autorità hanno richiesto a tutti gli ospiti che intendevano entrare nei casinò della città di sottoporsi al test di temperatura all’ingresso, oltre a mostrare una dichiarazione sanitaria e un certificato di test degli acidi nucleici valido.

Le autorità sanitarie hanno riferito che finora più di 53.000 lavoratori di gioco in prima linea sono stati testati per COVID-19. Protocols Macao, che non ha segnalato casi di Covid-19 per 62 giorni consecutivi, è particolarmente cauto con l’attività di gioco. Chiunque entri in un locale è tenuto a presentare un test dell’acido nucleico negativo, mentre le autorità hanno gradualmente testato i lavoratori del gioco in prima linea come i croupier e il personale di sicurezza dal 15 giugno. Le misure sono state prese dopo l’allentamento delle restrizioni alle frontiere, che dovrebbero generare un aumento del conteggio dei visitatori in città. Il turismo dovrebbe aumentare dopo la ripresa dei visti per la provincia di Guangdong questa settimana. I visti turistici individuali e di gruppo riprenderanno per tutta la Cina continentale dal 23 settembre.

 

 

PressGiochi