19 Settembre 2020 - 07:47

Macao. L’allentamento delle restrizioni per le frontiere non ha portato nessun cambiamento

Le autorità hanno rivelato pochi cambiamenti nel numero di turisti che entrano in città a seguito dell’allentamento delle restrizioni per le frontiere di questa settimana.

14 Agosto 2020

Print Friendly, PDF & Email

Le autorità hanno rivelato pochi cambiamenti nel numero di turisti che entrano in città a seguito dell’allentamento delle restrizioni per le frontiere di questa settimana. Secondo i dati della Polizia di Pubblica Sicurezza, i turisti in entrata in città sono aumentati del 14,5% tra il 12 e il 13 agosto, cioè circa 6.800 persone. La ripresa dei visti turistici è prevista per il Guangdong il 26 agosto e poi per tutta la Cina il 23 settembre. La maggior parte degli ingressi in città proviene da lavoratori non residenti sulla terraferma (56.800) e residenti locali (48.300). Complessivamente ieri sono stati segnalati 226.800 ingressi e uscite ai confini locali, con un aumento del 6,8% rispetto al giorno precedente. Il portavoce della polizia Ma Chio Heng ha dichiarato: “In effetti, non abbiamo segnalato un grande aumento dei movimenti di frontiera dal 12 agosto. Monitoreremo se i movimenti aumenteranno e invieremo più personale ai confini”. Nessun caso di trasmissione locale di COVID-19 a Macao è stato segnalato per 138 giorni consecutivi, senza casi importati segnalati per 49 giorni.

 

PressGiochi