27 Settembre 2020 - 10:04

Macao. Crollano gli incassi dei casinò. Ad aprile -39%

Continuano a scendere gli incassi dei casinò di Macao. Nel mese di aprile si è registrato un crollo del 39% rispetto all’anno precedente corrispondente a 19,17 miliardi di patacas (2,42

04 Maggio 2015

Print Friendly, PDF & Email

Continuano a scendere gli incassi dei casinò di Macao. Nel mese di aprile si è registrato un crollo del 39% rispetto all’anno precedente corrispondente a 19,17 miliardi di patacas (2,42 miliardi di dollari).

Gli interventi politici introdotti in Cina contro la corruzione continuano a colpire gli affari dei casinò dell’isola. Nei primi quattro mesi del 2015, i ricavi sono scesi del 37% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, tra cui una riduzione del 39% in marzo e un record del -49% nel mese di febbraio, secondo i dati del regolatore del gioco d’azzardo di Macao.

Il declino di aprile rappresenta l’undicesimo mese consecutivo di riduzione delle entrate nel territorio cinese, la serie di sconfitte iniziata dopo cinque anni di crescita ininterrotta.
I dirigenti amministrativi e gli analisti attribuiscono la netta inversione della fortuna di Macao principalmente al giro di vite anti-corruzione messo a punto dal presidente cinese Xi Jinping.
A questo si è aggiunto l’intervento previsto relativamente all’inasprimento delle politiche dei visti che ha ridotto i visitatori di Macao, la maggiore vigilanza delle carte UnionPay utilizzate da molti giocatori per accedere ai fondi di Macao e le nuove restrizioni anti-fumo nei casinò.

 

PressGiochi