24 Settembre 2020 - 16:20

Lottomatica tra i soci di Banca ITB spa. Sammarco (NCD): “Vigilare sugli affidamenti conferiti dall’Inps”

Banca ITB, partner informatico-finanziario su designazione della Federazione italiana tabaccai , è stata individuata dall’Inps come rivenditore di generi di monopolio per la gestione di tali voucher per la registrazione

27 Luglio 2015

Print Friendly, PDF & Email

Banca ITB, partner informatico-finanziario su designazione della Federazione italiana tabaccai , è stata individuata dall’Inps come rivenditore di generi di monopolio per la gestione di tali voucher per la registrazione delle prestazioni previdenziali di diversi profili lavorativi.

 

Nella compagine sociale della citata banca – fa sapere l’on. Gianfranco Sammarco (Ncd) – figurano sia una controllata della federazione italiana tabaccai, associazione di categoria dei rivenditori di generi di monopolio, sia altri importanti operatori commerciali che su altri fronti operano come controparti contrattuali di quegli stessi operatori commerciali (e cioè i rivenditori di generi di monopolio) unitariamente rappresentati, sia sindacalmente che commercialmente, dalla citata Federazione italiana Tabaccai: è il caso di GTech (già Lottomatica), per «Gratta e vinci», lotterie istantanee e altri giochi riconosciuti dallo Stato, nonché per altri servizi erogati in tabaccheria, e Logista, per la distribuzione dei prodotti di tabacco e così via.

 

Le parti sopra citate hanno stipulato la convenzione indicata sebbene l’allora presidente dell’INPS fosse legato alla Banca ITB mediante l’attivo rapporto con uno dei soci fondamentali della stessa banca, cioè Lottomatica spa (ora GTech), nel cui consiglio d’amministrazione, a quanto consta all’interrogante, sarebbe stato cooptato dopo le dimissioni; contemporaneamente, nel consiglio di amministrazione della citata banca siede anche il direttore generale della già menzionata Federazione, ora indicato da notizie di stampa come realizzatore di una ulteriore operazione societaria della medesima Federazione con l’ingresso nel lucroso mercato della riscossione delle imposte locali; tali elementi potrebbero, a giudizio dell’interrogante, pregiudicare la più rigorosa e assoluta assenza di interessi diversi da quelli esclusivi di carattere generale nella vicenda in questione.

 

L’on. Sammarco ha quindi chiesto al Ministro del lavoro e delle politiche sociali e al Ministro dell’economia e delle finanze in una interrogazione parlamentare presentata alla Camera se siano a conoscenza dell’operatività dell’intermediario finanziario citato, Banca ITB spa, che annovera tra i propri soci, direttamente o indirettamente, sia l’associazione rappresentativa dei venditori di genere di monopolio, sia altri soggetti della filiera di distribuzione di prodotti e servizi soggetti alla sua vigilanza e controllo (GTech già Lottomatica, Logista e altri), ovvero se i competenti uffici abbiano attivato le opportune forme di controllo e vigilanza nel più scrupoloso e costante rispetto della normativa da parte di tutti i soggetti vigilati operanti in qualità di concessionari nei rispettivi settori.

Sammarco ha anche chiesto quali iniziative di vigilanza, preventive e successive, siano state poste in essere, per quanto di competenza, con riferimento a tutti gli aspetti segnalati, e se di tutte le vicende in esame risultino investiti gli organi di controllo competenti per legge; in particolare, se e in che termini sia stata investita della vicenda la Corte dei Conti, e quali esiti abbia prodotto tale segnalazione, ovvero se intendano investirla ora dei diversi aspetti di sua competenza emergenti dalle vicende descritte.

PressGiochi