28 Settembre 2020 - 02:46

Lotteria degli scontrini. Dal 1° marzo attiva in via sperimentale, a regime dal 2018

Alba Adriatica (TE). Ladri svuotano le slot e poi scappano all’arrivo dei carabinieri Entrerà a regime dal 2018, ma sarà attiva sperimentalmente già dal 1° marzo 2017: la Legge di

04 Gennaio 2017

Print Friendly, PDF & Email

Alba Adriatica (TE). Ladri svuotano le slot e poi scappano all’arrivo dei carabinieri

Entrerà a regime dal 2018, ma sarà attiva sperimentalmente già dal 1° marzo 2017: la Legge di Bilancio 2017 ha infatti previsto l’introduzione di un nuovo sistema di lotta all’evasione, sotto forma di lotteria.

La “lotteria degli scontrini”, introdotta dai commi 540-544, dell’art. 1 della L. 232/2016, è una novità che servirà ad arginare il fenomeno del “nero”. Introducendo una disposizione che prevede l’inserimento del codice fiscale del cliente sullo scontrino o sulla ricevuta; in tal modo, gli scontrini e le ricevute emesse saranno sorteggiati in una lotteria nazionale.

Non tutti potranno partecipare: saranno “sorteggiati” i soli clienti persone fisiche che risiedono in Italia che acquistano presso degli esercenti che hanno optato per la trasmissione telematica dei corrispettivi, e che hanno richiesto l’indicazione su scontrini e ricevute fiscali del codice fiscale.
La richiesta di inserimento del codice fiscale deve essere contestuale al momento dell’acquisto: il cliente non potrà chiedere l’inserimento del proprio numero di codice dopo l’effettuazione dell’operazione.

Nel corso del passaggio alla Camera, un emendamento ha poi aumentato le probabilità di vincita riservate a coloro che hanno acquistato con carta di credito o di debito: un ulteriore modo per seguire i passaggi del denaro, preferendo le transazioni “tracciate” rispetto a quelle effettuate con denaro contante. Per le disposizioni attuative si attende un provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate.

PressGiochi

 

Fiducia ‘tecnica’ per la legge di Bilancio oggi in Senato. Salta il taglio delle slot dal 2017 ma ancora tanti interrogativi rimangono sui giochi