01 Marzo 2021 - 01:37

Loot Box, la spagnola DGOJ avvia consultazione pubblica

L’evoluzione vissuta dal mondo dei videogiochi negli ultimi anni ha portato alla nascita di nuovi modelli di business che hanno avvicinato, in alcuni casi, l’offerta di prodotti e servizi in

19 Febbraio 2021

Print Friendly, PDF & Email

L’evoluzione vissuta dal mondo dei videogiochi negli ultimi anni ha portato alla nascita di nuovi modelli di business che hanno avvicinato, in alcuni casi, l’offerta di prodotti e servizi in questo settore economico a quelli offerti dall’industria del gioco d’azzardo nel campo in linea. Nello specifico, è stato dimostrato che il fenomeno della commercializzazione di meccanismi di ricompensa casuale, chiamati anche loot box o “loot box”, genera uno spazio di confusione tra questi due settori.

Nell’ambito della propria opera di supervisione e controllo delle attività di cui alla Legge 13/2011, del 27 maggio, che disciplina il gioco d’azzardo, la Direzione Generale per la Regolazione del Gioco d’azzardo ritiene opportuno raccogliere informazioni, attraverso tale consultazione pubblica sulle possibili alternative normative che il fenomeno descritto offre. A tal fine, dopo un’ampia caratterizzazione dei meccanismi di ricompensa casuale, il loro rapporto con le attività di gioco d’azzardo e la posizione assunta dai regolatori appartenenti ad altre giurisdizioni riguardo a questo fenomeno, viene pubblicizzata la posizione di questo centro direttivo sull’attuale applicazione della Legge 13 / 2011, del 27 maggio, sulla regolamentazione del gioco d’azzardo, a tali prodotti digitali e propone un ventaglio di diverse posizioni normative, al fine di poter costituire un modello iniziale ottimale ed equilibrato che possa essere oggetto, se ritenuto opportuno, delle diverse  tappe che la procedura dell’articolo 26 della Legge 50/1997, del 27 maggio, prevede per l’elaborazione di una norma. In ogni caso, si precisa che tale consultazione, in quanto processo partecipativo, si svolge indipendentemente da ogni specifica decisione normativa che preveda l’avvio, in conformità a quanto previsto dall’art. 26.2 della Legge 50/1997, del 27 novembre del Governo, di una consultazione pubblica preliminare all’elaborazione di un progetto normativo specifico su questo tipo di meccanismi. Insomma, la Direzione Generale per la Regolazione del Gioco d’azzardo invita tutte le persone interessate a commentare tutti quegli aspetti che ritengono importanti o che li riguardano, rispondendo alle domande poste nella sezione VI – Scopo della consultazione – del presente documento.

 

PressGiochi