19 Ottobre 2020 - 17:26

Lombardia: in Commissione sanità due pdl contro le dipendenze patologiche

Ha preso il via ieri presso la Commissione sanità e politiche sociali della Regione Lombardia l’esame delle due proposte di legge recanti interventi di contrasto alle dipendenze patologiche a firma

24 Settembre 2020

Print Friendly, PDF & Email

Ha preso il via ieri presso la Commissione sanità e politiche sociali della Regione Lombardia l’esame delle due proposte di legge recanti interventi di contrasto alle dipendenze patologiche a firma della Consigliera Barbara Mazzali (FdI) e del consigliere Emanuele Monti (Lega).

Le due proposte che parlano anche di gioco nelle prossime sedute della Commissione verranno discusse per poi approdare all’esame del consiglio regionale.

“Negli ultimi anni – si legge nella proposta della Lega –  si osserva un graduale aumento di assistiti con richieste di trattamento per nuove sostanze, farmaci e soprattutto, gioco d’azzardo patologico. Da qualche anno infatti vanno aggiunte le cosiddette “nuove dipendenze” non legate all’utilizzo di sostanze, ma a comportamenti quali ad esempio, il gioco d’azzardo patologico, lo shopping compulsivo, la dipendenza da internet”.

Il provvedimento evidenzia come nel 2019 in regione siano stati assistiti per gioco d’azzardo 2.613 persone, 28mia tossicodipendenti e 10mila alcolisti.

 

“La dipendenza patologica – scrive invece la consigliera di FdI Mazzali nella relazione allegata al progetto di legge che reca la sua firma –  molto diffusa nella nostra società: si manifesta in molteplici forme e con diversi gradi di intensità e gravità; comporta l’uso di sostanze (alcol, caffeina, cannabis, allucinogeni, inalanti, oppiacei, sedativi, ipnotici, ansiolitici, cocaina e altri stimolanti, tabacco e altre ancora) oppure la messa in atto di comportamenti problematici anche definiti “nuove addictions” (dipendenza da gioco d’azzardo, da internet, da shopping, da lavoro, dal sesso, dal cibo, dall’esercizio fisico, dalle relazioni affettive, ecc.) [1].

Alcune forme di dipendenza sono legali e socialmente accettate, come ad esempio consumare alcol, tabacco, farmaci, mangiare, lavorare, fare acquisti, giocare, guardare la televisione, usare il computer”.

 

PressGiochi