22 Settembre 2020 - 17:19

Lo sport contro il match-fixing. ICSS avvia collaborazione con il comune portoghese di Cascais

Il Centro Internazionale per la Sicurezza sportiva (ICSS) ha annunciato quest’oggi l’avvio di una collaborazione con il Comune di Cascais, città costiera portoghese che ospiterà il vertice annuale ICSS sulla

21 Maggio 2015

Print Friendly, PDF & Email

Il Centro Internazionale per la Sicurezza sportiva (ICSS) ha annunciato quest’oggi l’avvio di una collaborazione con il Comune di Cascais, città costiera portoghese che ospiterà il vertice annuale ICSS sulla politica dello sport del 2016.
L’accordo aumenterà gli sforzi dell’associazione ICSS per salvaguardare l’integrità dello sport e permettere di lavorare a stretto contatto con l’amministrazione di Cascais per promuovere i più alti standard etici e valorizzare il ruolo dello sport come strumento di sviluppo umano, sociale e economico.
Alla firma dell’accordo erano presenti il sindaco di Cascais, Carlos Carreiras e il Ministro degli Affari Esteri, Rui Chancerelle de Machete.

L’obiettivo del vertice per l’integrità dello sport che si terrà nel 2016 è quello di riunire i leader di governi, le più influenti organizzazioni sportive e le grandi comunità linguistiche insieme agli esperti internazionali in materia di governance dello sport e di altre figure chiave del Movimento Olimpico per collaborare e cercare soluzioni ai problemi che colpiscono in maniera importante questo settore come il match fixing.

L’annuncio arriva due mesi dopo la prima edizione del Inter Regional Sports Policy Summit di Lisbona. Tenutosi il 16-17 marzo 2015, il vertice è stata occasione per gli esponenti della politica locale e delle organizzazioni sportive di concordare una strategia d’azione per accrescere l’integrità sportiva e analizzare l’impatto dello sport sullo sviluppo socio-economico e sulle giovani generazioni con la decisione di espandere questa discussione attraverso l’organizzazione di un vertice annuale.

PressGiochi