08 Febbraio 2023 - 14:51

Limite contanti: il tetto sale a 5.000 euro, le nuove regole dal 2023

Per effetto dell’entrata in vigore della Legge nr.197/2022 (Legge di Bilancio 2023), 1° gennaio 2023, il tetto al trasferimento del denaro contante e dei titoli al portatore in Euro o

09 Gennaio 2023

Print Friendly, PDF & Email

Per effetto dell’entrata in vigore della Legge nr.197/2022 (Legge di Bilancio 2023), 1° gennaio 2023, il tetto al trasferimento del denaro contante e dei titoli al portatore in Euro o in valuta estera è salito da 1.000 a 5.000 euro.

Recentemente il Consiglio dell’Unione Europea ha dato l’ok al tetto per il contante a 10.000 euro in ambito UE; pertanto la misura dell’innalzamento del tetto ai contanti a 5000 euro voluta dal Governo è entrata regolarmente nella Legge di Bilancio 2023 in quanto appunto il limite fissato in Europa è ben al di sopra.

le nuove regole in vigore prendendo in considerazione i chiarimenti finora forniti dal tesoro sin da quando sono state stabiliti tetti al contante:

Le nuove regole in vigore per il 2023 sono le seguenti:

  • dal 1° gennaio 2023 il limite massimo per pagamenti cash è a 4.999,99 euro;
  • se si supera il tetto al contante sono sanzionati entrambi i soggetti che hanno effettuato il trasferimento, quindi colui che paga in contanti e colui che riceve la somma;
  • per rispettare la soglia si può prevedere il trasferimento di denaro in parte tracciabile e in parte in contanti (es. un pagamento di 6000 euro può essere fatto con 4999,99 in contanti e il resto con bancomat o bonifico);
  • il pagamento rateale in contanti è ammesso purchè ogni singola rata non superi il tetto di 4999,99 euro;
  • la legge parla di soglia che si applica ai trasferimenti di denaro tra “soggetti diversi”; pertanto il limite non vale per i trasferimenti in contante sul proprio conto corrente, ovvero prelievi e versamenti.

PressGiochi