25 Settembre 2020 - 08:46

Liguria. Giovani democratici: “Sul gioco, il Governo ascolti comuni e Parlamento”

In Liguria abbiamo assistito in questi anni a un positivo e intenso lavoro della Regione, delle amministrazioni locali e dei nostri parlamentare per contenere il gioco d’azzardo e contrastare la

05 Marzo 2015

Print Friendly, PDF & Email

In Liguria abbiamo assistito in questi anni a un positivo e intenso lavoro della Regione, delle amministrazioni locali e dei nostri parlamentare per contenere il gioco d’azzardo e contrastare la ludopatia.

In particolare il regolamento sulle sale da gioco adottato dal Comune di Genova ha rappresentato un modello da seguire anche per altre amministrazioni locali e ha contribuito a sviluppare un dibattito attorno ad una problematica che negli ultimi anni è dilagata diventando fonte di degrado urbano e sociale, favorendo le infiltrazioni della criminalità organizzata e, in un momento di forte crisi economica, andando a colpire le fasce più deboli e indifese della popolazione.

Riteniamo – spiegano i Giovani Democratici Liguria – importante sottolineare come l’azione amministrative avesse anche il lodevole merito di indicare una via al legislatore nazionale.

Per tali motivi accogliamo con preoccupazione le notizie che giungono dal Ministero dell’Economia e delle Finanze per quanto concerne il decreto sul gioco d’azzardo relativo alla Delega fiscale conferita al Governo dal Parlamento.

In particolare esprimiamo contrarietà rispetto alla possibilità che vengano vanificati gli sforzi fatti in questi anni dagli enti locali, svuotando d’efficacia i regolamenti comunali e cancellando l’autonomia delle regioni e dei comuni rispetto alla regolamentazione del gioco d’azzardo sul proprio territorio.

Chiediamo inoltre che si vieti senza possibilità di deroga alcuna qualunque forma di pubblicità del gioco, che negli ultimi anni, soprattutto attraverso la televisione, ha invaso la vita degli italiani e le loro case.

Chiediamo al Governo di dare piena e completa attuazione al contenuto della delega a esso conferita dal Parlamento e un maggiore ascolto di tutte quelle realtà politiche, amministrative, associazionistiche e professionali che in questi anni hanno lavorato con impegno e determinazione per arginare quella che è ormai diventata una vera e propria piaga sociale.

PressGiochi