30 Settembre 2020 - 07:41

Legnago: gestori in Tribunale per far annullare l’ordinanza sui limiti orari alle slot machine

Gestori dei «mini-casinò» di Legnago sul piede di guerra contro l’ordinanza comunale che interviene con lo scopo di limitare soltanto ad otto ore giornaliere, dalle 10 alle 13 e dalle

21 Giugno 2016

Print Friendly, PDF & Email

Gestori dei «mini-casinò» di Legnago sul piede di guerra contro l’ordinanza comunale che interviene con lo scopo di limitare soltanto ad otto ore giornaliere, dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 22, l’accensione degli apparecchi da gioco dislocati nelle 10 sale scommesse e negli oltre cento esercizi pubblici cittadini. L’obiettivo del sindaco Clara Scapinè quello di porre un freno al problema della dipendenza da gioco.

Tuttavia le aziende di gestione non ci stanno, e come accaduto in molti altri territori locali, hanno avviato una battaglia legale ricorrendo presso il Tribunale amministrativo regionale di Venezia per ottenere una sospensiva del provvedimento e poter ottenere dal giudice l’annullamento delle disposizioni limitative del gioco.

PressGiochi