20 agosto 2019
ore 14:40
Home Politica Legge di stabilità 2015: la Camera approva in via definitiva. Zolezzi (M5S): “Vergognosa sanatoria ai CTD”

Legge di stabilità 2015: la Camera approva in via definitiva. Zolezzi (M5S): “Vergognosa sanatoria ai CTD”

SHARE
Legge di stabilità 2015: la Camera approva in via definitiva. Zolezzi (M5S): “Vergognosa sanatoria ai CTD”

La Camera ha approvato, in via definitiva, i disegni di legge recanti Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge di stabilità 2015) e il Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2015 e bilancio pluriennale per il triennio 2015-2017.

Durante la votazione degli emendamento, Alberto Zolezzi del Movimento 5 Stelle ha speso alcune parole a favore dell’emendamento Baroni con il quale si chiedeva di aumentare la sanatoria per i ctd dai 10mila ai 20mila euro. “Visto che già l’anno scorso è stato record mondiale con circa 104 miliardi di euro di raccolta, 85 tracciati e 19 non tracciati,- ha detto – secondo le forze dell’ordine, in questo testo si dà una sanatoria a dir poco schifosa del gioco d’azzardo: si consente alle società che non avevano alcun titolo per esercitare l’attività di raccolta o finanziaria legata alle scommesse di sanare con pochi spiccioli questa situazione di grave, gravissima, illegalità.
Noi non siamo contro una specifica società, siamo contro tutte le società che stanno facendo strame dei beni privati e anche dei beni pubblici, perché alla fine queste cifre enormi, questi 115 miliardi di euro stimati nel 2014, vengono sottratti ai normali investimenti e, in molti casi, vengono portati a operatori stranieri. Quindi, sono soldi che escono direttamente dalle casse dello Stato e dalle casse dei cittadini italiani per andare verso l’estero, dunque è una vergogna.
Con questo emendamento, cerchiamo almeno di vendere un po’ più cara la pelle. Chi non aveva titolo per raccogliere scommesse, chi non controllava l’identità di chi scommetteva, quindi facendo scommettere anche i minorenni, chi non controllava neanche le combine, per esempio, facendo scommettere intere squadre di calcio che giocavano la propria partita, adesso non dovrà pagare, secondo il nostro emendamento, solamente 10 mila euro, ma almeno 20 mila.
È un tentativo- ha concluso – almeno di rendere più complessa questa vergognosa attività, per cercare di fare in modo che il nostro Stato non sia uno Stato di biscazzieri e che, in questo momento, questo Governo e il Parlamento, dando un parere ed un voto favorevole al nostro emendamento, possano limitare i danni, che sono davvero enormi”.

PressGiochi

 

 

PASSWORD RESET

Inserisci codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.


LOG IN