03 Agosto 2020 - 14:05

Le principali curiosità sul gioco del Poker

Il Poker è sicuramente uno dei giochi di carte più famosi al mondo, se non il più apprezzato in assoluto. La variante Texas Hold’em, poi, ha conosciuto facilmente una diffusione

22 Aprile 2020

Print Friendly, PDF & Email

Il Poker è sicuramente uno dei giochi di carte più famosi al mondo, se non il più apprezzato in assoluto. La variante Texas Hold’em, poi, ha conosciuto facilmente una diffusione senza precedenti e viene giocato di continuo nei casinò fisici e in quelli online. La storia del Poker incuriosisce ancora oggi matematici e studiosi. La teoria più accettata è che il gioco sia stato inventato a New Orleans a inizio ‘800.

La denominazione primordiale del gioco sarebbe stata “Poque”, poi divenuta “Poker” con l’arrivo di immigrati anglofoni dopo l’acquisto della Louisiana da parte degli Stati Uniti. Sembra che all’inizio fossero necessarie solo 20 carte per svolgere una partita. Ogni giocatore ne riceveva 5 e le puntate si piazzavano sulla mano migliore. Inoltre, non si usavano le fiches per indicare il valore delle puntate, ma altri oggetti preziosi che si potevano avere sottomano, un po’ come accade nella tombola per coprire i numeri sulle cartelle.

Nonostante il Poker si sia evoluto nettamente nel corso degli anni, tanto che sono state standardizzate le fiches di terracotta, la partita più lunga della storia risale al 1881 e durò 8 anni, 5 mesi e 3 giorni, con la bellezza di 10 milioni di dollari che si spostavano in continuazione tra i partecipanti. Se un’inondazione non avesse causato l’evacuazione del Bird Cage di Tombstone, sarebbe andata ancora avanti. Si trattava di un’epoca totalmente diversa rispetto al presente, ma che ha trascinato fino ai giorni nostri delle vere e proprie tradizioni.

 

Nel 1970 il gioco ha ottenuto una bella svolta con le prime World Series of Poker, a Las Vegas. Un gruppo di giocatori di primo livello si affrontarono per stabilire chi fosse il migliore al mondo, ma semplicemente tramite votazione. Il primo torneo di Poker trasmesso in TV è datato invece 1973, proprio grazie alle World Series of Poker. Il premio per il vincitore del torneo, allora, era di 130.000 dollari. Negli ultimi 50 anni il Poker si è diffuso quindi così tanto da coinvolgere addirittura star e celebrità, che non hanno mai nascosto la loro passione nei confronti delle 52 carte. Molti attori, ad esempio, sono noti frequentatori del tavolo verde. Tra tutti spicca Ben Affleck, avvicinatosi al Poker quando il suo amico Matt Damon gli chiese di fare pratica con lui. Ben Affleck si allenò così con un giocatore professionista e rimase talmente affascinato dal Poker che iniziò a frequentare persino il casinò di Las Vegas.

 

Anche Leonardo di Caprio è noto per essere un assiduo giocatore e sembra che la sua predilezione per questo gioco derivi proprio da “Titanic”, dato che girò una scena nella quale doveva giocare a Poker per vincere il biglietto per il transatlantico. Oggi il premio Oscar si ritrova spesso a giocare privatamente con lo stesso Ben Affleck e altre star di Hollywood. Ci sono quasi 70 milioni di americani tra le persone che hanno scelto di giocare a Poker online e dal vivo: non c’è da stupirsi se tra loro figurino dunque anche star internazionali. La più grande vincita registrata finora, non a caso, è a stelle e strisce: alle Triton Million 2019 Brynn Kenney ha conquistato l’equivalente di oltre 20 milioni di dollari e oggi è anche il giocatore ad aver vinto di più in assoluto con oltre 55 milioni.

 

 

PressGiochi