13 Maggio 2021 - 15:26

Lazio. Perrone (Sapar) a PressGiochi: “La proroga ci permetterà di iniziare a lavorare ad una nuova legge sul gioco che tuteli salute e occupazione”

“Negli ultimi mesi il lavoro che abbiamo svolto è mutato nell’approccio a causa della pandemia e dei tempi stringenti, ci si è svincolati quindi dall’approccio canonico e ordinario di lavoro

29 Aprile 2021

Print Friendly, PDF & Email

“Negli ultimi mesi il lavoro che abbiamo svolto è mutato nell’approccio a causa della pandemia e dei tempi stringenti, ci si è svincolati quindi dall’approccio canonico e ordinario di lavoro e confronto nelle Commissioni, ma le parti sociali e le realtà associative si sono continuate a confrontare con la politica regionale tutta, così da far emergere i rischi verso i quali andavamo incontro e che in parte si stanno già avverando anche alla luce di quanto sta accadendo in Piemonte. La politica regionale tutta, anche se con approcci e sensibilità diverse, ha accolto le istanze, si sono fatti carico del problema e hanno ammesso la troppa leggerezza e poca consapevolezza del loro approccio verso una materia che ha ampi risvolti erariali, occupazionali ed economici”.

Lo afferma a PressGiochi Gabriele Perrone, presidente dellal delegazione Sapar per il Lazio commentando la richiesta dei lavoratori del gioco pubblico legale di modificare la legge regionale del Lazio che prevede già dai prossimi esi l’entrata in vigore del distanziometro.

 

“Sicuramente la proroga, se verrà concessa,- continua Perrone – faremo in modo che venga formalizzata nei modi e nei tempi utili e subito dopo inizieremo un lavoro concitato per confrontarci con la politica, così da far emergere le contraddittorietà e le criticità delle disposizioni che sono state partorite lo scorso febbraio e che hanno creato dei veri ‘scempi’ nelle Regioni che le hanno portate avanti. Il fine ultimo sarà quello di capitolare in una serie di disposizioni incasellate in una Legge regionale che possa rappresentare un giusto punto di equilibrio tra le gli interessi in gioco, come la tutela del giocatore, della libertà di impresa, dell’occupazione, del gettito e non per ultima, della sicurezza.

Appena verrà formalizzato il collegato di bilancio, che è il mezzo più utile a formalizzare questa proroga, si procederà con questa  concertazione che spero possa avvenire nel modo più ordinario possibile, così da lasciarci alle spalle questo periodo molto agitato.

I presupposti per arrivare ad un buon punto di equilibrio ci sono e chiaramente non dobbiamo abbassare la guardia, affinché nessuno venga tagliato fuori e al contrario trovi la necessaria tranquillità lavorativa in una cornice regolamentata”.

PressGiochi

Lazio. Bianchella (Astro) a PressGiochi: “La politica si rende conto della necessità di rivedere la legge regionale sul gioco”

Lazio. Maselli (FdI) a PressGiochi: “Pronto a presentare proposta per la proroga di un anno alla legge regionale sul gioco”

Lazio. Tripodi (Capogruppo Lega) a PressGiochi: “Domani in piazza insieme ai lavoratori del gioco, l’unione fa la forza”