25 Settembre 2020 - 19:15

L’avv. Asteriti contro le lotterie istantanee online: “I conti di gioco, una spinta a rigiocare le vincite”

“La presenza di tanti premi che non consentono di vincere nulla, il fatto che la somma venga  accreditata su un conto di gioco, obbligatorio per giocare, collegata alla modalità di

27 Giugno 2016

Print Friendly, PDF & Email

“La presenza di tanti premi che non consentono di vincere nulla, il fatto che la somma venga  accreditata su un conto di gioco, obbligatorio per giocare, collegata alla modalità di gioco “da remoto”, attraverso internet o telefonia mobile, inoltre,  rappresenta una spinta ancora più forte a rigiocare la somma appena recuperata, moltiplicando così i rischi della comparsa della dipendenza”.

 

Lo afferma l’avv. Osvaldo Asteriti commentando l’uscita delle ultime nate tra le lotterie istantanee a distanza.

 

“Con tre diversi provvedimenti direttoriali del 3 giugno, – spiega l’avvocato – a decorrere dal 14 giugno sono state indette le ultime tre, denominate “Linea plus 5€”, “Linea plus 10€” e “Linea plus 20€”.

Su un totale di 59.330 giocate vincenti, infatti, 48.000, pari all’80,90% del totale, restituiscono al giocatore la somma spesa per la giocata, 20 €, mentre le giocate vincenti il premio massimo, 5.000 €, sono solo lo 0.13% del totale.

 

 

Probabilità di vincita G&V online – “Per quanto riguarda l’indicazione della probabilità di vincita, che secondo la legge dovrebbe essere fornita ai giocatori in modo chiaro e comprensibile, c’è da osservare innanzitutto che in questo caso, mancando la “materialità” fisica del biglietto, non viene indicata per “fascia di premio”, come nei gratta & vinci tradizionali, ma solo “in media” e singolarmente per ogni tipo di premio.

 

Mentre la probabilità media di vincere un  premio qualsiasi tra quelli in palio è indicata in una giocata ogni 2,53, consultando l’apposita tabella, si scopre che la probabilità di vincita del premio più elevato è di una giocata ogni 1.875, quindi in media per vincere 5.000 €, occorre giocarne 37.500. La probabilità di vincita dei premi inferiori è gradualmente più elevata, fino ad arrivare ad una probabilità di vincita di una giocata ogni 3,13 per il premio più basso. In media per recuperare i 20 € della giocata “basta” spenderne 60.

Rimane tuttavia incomprensibile come sia possibile che la probabilità media di vincere un premio, anche quello massimo, sia di una giocata su due, più favorevole della probabilità di vincita dei singoli premi in palio, anche quello più basso, pari alla giocata, che è di una giocata su tre”.

 

PressGiochi