21 Settembre 2020 - 17:31

Lavagna: il M5S chiede di introdurre limiti orari alle slot

Anche a Lavagna, come a Santa Margherita, il Movimento Cinque Stelle chiede di regolamentare la realtà esistente, in materia di slot machine e, conseguentemente, gioco d’azzardo patologico. Secondo i dati

11 Maggio 2016

Print Friendly, PDF & Email

Anche a Lavagna, come a Santa Margherita, il Movimento Cinque Stelle chiede di regolamentare la realtà esistente, in materia di slot machine e, conseguentemente, gioco d’azzardo patologico.

Secondo i dati che si ricavano dal sito dei monopoli, a Lavagna, dove le sale gioco presenti sono regolamentate in base alla distanza dai luoghi sensibili, sono presenti anche 31 locali, tra bar, tabaccherie o altro, dotati di slot machine o apparecchi similiari.

Nelle località vicine, invece se ne registrano 42 a Chiavari (dove nei prossimi giorni verranno premiate quelle che ne fanno a meno) e 9 a Cogorno. «Purtroppo, i numeri del gioco d’azzardo patologico sono, ogni anno, più drammatici ed anche il nostro territorio non è esente da questa piaga – commenta il consigliere comunale Alessandro Lavarello -. In Liguria la giocata annua pro-capite é circa 400 euro e colpisce sempre più anziani e minori».

La proposta depositata, quindi, chiede di sancire come “orario massimo di funzionamento consentito dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 18.00 alle ore 23.00 di tutti i giorni, festivi compresi”. La proposta andrà in discussione nel consiglio comunale di lunedì prossimo, 15 maggio

PressGiochi