19 Gennaio 2021 - 00:21

La TIU squalifica una tennista slovacca per match-fixing

La Tennis Integrity Unit (TIU) ha disposto una lunga squalifica alla tennista slovacca Dagmara Baskova come punizione per cinque infrazioni di match-fixing. È stata accusata delle seguenti due violazioni del

04 Gennaio 2021

Print Friendly, PDF & Email

La Tennis Integrity Unit (TIU) ha disposto una lunga squalifica alla tennista slovacca Dagmara Baskova come punizione per cinque infrazioni di match-fixing. È stata accusata delle seguenti due violazioni del Tennis Anti-Corruption Program (TACP): D.1.d del TACP 2017 – “Nessuna persona può, direttamente o indirettamente, escogitare o tentare di escogitare il risultato o qualsiasi altro aspetto di qualsiasi evento”; D.2.a.ii del TACP 2017 – “Nel caso in cui un giocatore sappia o sospetti che qualsiasi altra persona o individuo abbia commesso un reato di corruzione, sarà obbligo dei giocatori segnalare tale conoscenza o sospetto alla TIU il prima possibile”.

Baskova ha ammesso i reati, commessi nel 2017 e l’auditore anticorruzione Ian Mill ha stabilito che le dovrebbe essere vietato di giocare in qualsiasi partita di tennis per 12 anni. Oltre al divieto, Baskova, che deteneva il grado 1117 della Women’s Tennis Association (WTA) di 1117 in singolo e 777 in doppio, deve anche pagare una multa di $40.000, la maggior parte dei quali è sospesa, con $1.000 pagabili in 90 giorni.

 

 

 

PressGiochi

Fonte immagine: Match-Fixing - Europe's HUman Right Watchdog