26 Settembre 2020 - 15:58

La Spezia. Forza Italia contro Pd su mancato inasprimento della lotta al gioco d’azzardo. Per Ferraioli (Pd) alla gente servono risultati concreti, non messaggi ideologici ininfluenti

Giacomo Peserico, Sauro Manucci, Maria Grazia Frijia e Sauro Galli, consiglieri comunali di Forza Italia a La Spezia sono intervenuti per criticare la scelta della maggioranza comunale di tollerare la

30 Marzo 2015

Print Friendly, PDF & Email

Giacomo Peserico, Sauro Manucci, Maria Grazia Frijia e Sauro Galli, consiglieri comunali di Forza Italia a La Spezia sono intervenuti per criticare la scelta della maggioranza comunale di tollerare la presenza di slot machine nei locali pubblici. “Era il marzo dello scorso anno quando i partiti che sostengono il sindaco Federici votarono contro la nostra mozione – spiegano – che chiedeva di impegnare il sindaco e la giunta a non concedere alcuna agevolazione e/o contributo di alcun genere e nemmeno il patrocinio ad associazioni, enti di promozione sportiva etc. etc. che nel loro bilancio abbiano entrate dal gioco d’azzardo o che da quest’ultimo ottengano dei vantaggi e che comunque consentano ai circoli e società affiliate di installare slot machine nelle loro sedi.

Abbiamo presentato un emendamento firmato anche dal NcD, da Autonomia Ligure e dalla Lista Chiarandini con cui si proponeva di negare tale agevolazione fiscale ai locali in cui i gestori decidano di installare le famigerati slot machine. Le slot machine, infatti, portano all’alienazione dell’individuo, costituiscono un pericolo per i risparmi di intere famiglie e vanno proprio contro l’evocata funzione sociale. Tutta l’opposizione ha votato compatta a favore, ma a sorpresa, senza nemmeno darne motivazione, è arrivato il voto contrario di PD e alleati che hanno così riconosciuto il valore sociale e relative esenzioni fiscali anche ai locali che beneficiano di entrate dal gioco d’azzardo.

E’ necessario prendere atto che la battaglia contro la ludopatia della maggioranza di Federici è solo ideologica, ma quando si arrivano a proporre misure concrete che si potrebbero attuare sul territorio del nostro comune è sempre pronta a bocciarle. E’ forse troppo chiedere un po’ di coerenza?”

A rispondere con fermezza all’attacco arriva oggi il consigliere comunale Maurizio Ferraioli (PD). “Tacciati di non coerenza dal gruppo consiliare di Forza Italia – ha risposto Ferraioli – che ogni tanto spara qualche documento fra un’abbandono dell’aula ed un’altro, non conoscendone i risvolti economici ma puntando soltanto su una strumentalizzazione simbolica nel vano tentativo di accreditarsi come paladini in antagonismo alla dilagante ludopatia, abbiamo votato contrari all’ultimo emendamento da loro presentato in quanto lo abbiamo ritenuto insufficiente ed indirizzato soltanto a pochissime unità di esercenti che utilizzano il suolo pubblico nelle periferie della città”.

“Non ci siamo fermati ma in questa battaglia a salvaguardia dei Cittadini, – prosegue – abbiamo presentato un ordine del giorno dove richiediamo che una sostanziale percentuale delle somme di denaro ottenute dal recupero dell’evasione fiscale sia indirizzato ad un risparmio fiscale per tutte quelle attività, tutte nell’intero Comune della Spezia, che non hanno al loro interno o rinunciano ad avere al loro interno slot machine o VLT. Le nostre indicazioni sono finalizzate ad indirizzare l’Amministrazione verso un bonus sulla Tari che riteniamo sia più interessante per tutti i commercianti e dia un vero senso di vicinanza della politica cittadina su questo tema. Credo che la Politica dovrebbe essere sempre determinata ad ottenere dei risultati concreti e non ha trasmettere messaggi ideologici che alla fine sono ininfluenti per i Cittadini”.

PressGiochi