24 Settembre 2020 - 03:19

La prevenzione al gioco diventa un modello da seguire anche contro droghe e alcol

Anche se sono denunciate ogni anno circa 20mila vittime per alcol e 5mila per droghe ‘da sostanza’, i progetti di prevenzione e sensibilizzazione per contrastare il gioco d’azzardo diventano un

22 Luglio 2015

Print Friendly, PDF & Email

Anche se sono denunciate ogni anno circa 20mila vittime per alcol e 5mila per droghe ‘da sostanza’, i progetti di prevenzione e sensibilizzazione per contrastare il gioco d’azzardo diventano un modello da seguire anche contro altre forme di dipendenza ben più pericolose.

Dopo la morte del ragazzo di 16 anni che è deceduto per aver assunto una droga all’interno di una discoteca di Riccione, infatti, il consigliere Galeazzo Bignami di Forza Italia chiede alla Regione Emilia cosa intende fare per prevenire casi simili in futuro e rendere obbligatorio un protocollo d’intesa tra discoteche e Comuni, nell’ambito di un Programma regionale sulle dipendenze.

Bignami chiede inoltre se viale Aldo Moro intenda avviare una campagna di informazione tra i giovani in collaborazione con l’Ausl territoriale e con la Comunità di San Patrignano. Sempre in tema di sensibilizzazione, il consigliere vuole anche sapere quali azioni ha messo in campo la Regione, in questi anni, per sensibilizzare le giovani generazioni sulle conseguenze derivanti dall”uso di sostanze stupefacenti, se eventuali progetti già realizzati siano stati poco efficaci e vadano ripensati nella loro interezza, anche utilizzando il modello della campagna di informazione-choc, e se la Giunta intenda stabilire, sul modello di quanto già sperimentato per la dipendenza da gioco d’azzardo, l’obbligo per tutte le discoteche di affiggere cartelli che mettano in guardia dalle conseguenze legate all’uso di stupefacenti e anche di alcool, inserendo un apposito numero verde per coloro che ritengano di avere un problema di dipendenza.

 

PressGiochi