04 Agosto 2020 - 04:29

La Bper è la prima banca in Italia a realizzare un Vademecum su “GAP e servizi bancari”

La Bper,  Banca Popolare dell’Emilia  ha realizzato il Vademecum “Giocatori d’azzardo patologici e servizi bancari”, con lo scopo di informare “i familiari del giocatore patologico sui principali servizi bancari e

10 Maggio 2016

Print Friendly, PDF & Email

La Bper,  Banca Popolare dell’Emilia  ha realizzato il Vademecum “Giocatori d’azzardo patologici e servizi bancari”, con lo scopo di informare “i familiari del giocatore patologico sui principali servizi bancari e sui comportamenti che possono consentire di tutelarsi nel rispetto della normativa vigente, del diritto alla riservatezza e del segreto bancario”. Si tratta della prima banca in Italia a dotarsi di un regolamento simile.

Nel 2013 il Gruppo Bper è stato tra le prime realtà bancarie a emanare un’apposita circolare, rivolta ai propri 12mila dipendenti, che definisce una serie di azioni rispetto alla tematica del Gioco d’azzardo patologico. Le carte di credito emesse dalla Popolare dell’Emilia Romagna, inoltre, non sono utilizzabili per operazioni di pagamento presso esercizi o siti internet classificati nella categoria “gambling”.

Dalla Banca fanno però sapere che “non si intendono criminalizzare i gestori, che svolgono un’attività lecita, ma neppure restare indifferenti di fronte a un fenomeno sociale così preoccupante”.

“Siamo una Banca nazionale profondamente radicata nei territori, che ha a cuore il benessere delle comunità e si propone di promuovere lo sviluppo economico e la coesione – ha dichiarato l’amministratore delegato Alessandro Vandelli – In questo quadro di responsabilità sociale d’impresa si collocano le iniziative che abbiamo attuato e che proseguiremo per contrastare la diffusione del Gioco d’azzardo patologico, una grave malattia in grado di distruggere persone, famiglie e risorse”.

PressGiochi