22 Settembre 2020 - 02:49

Introna (Pres. Rag. Puglia): “Le Forze dell’Ordine continuino a fronteggiare gioco d’azzardo e macchinette mangiasoldi”

“Complimenti ai Carabinieri per le indagini, un abbraccio a Domenico Martimucci e ai familiari e un apprezzamento particolare per l’iniziativa di solidarietà degli amici del ragazzo ferito gravemente, con altri

21 Giugno 2015

Print Friendly, PDF & Email

“Complimenti ai Carabinieri per le indagini, un abbraccio a Domenico Martimucci e ai familiari e un apprezzamento particolare per l’iniziativa di solidarietà degli amici del ragazzo ferito gravemente, con altri sette giovani, nell’attentato alla sala giochi di Altamura, la notte del 5 marzo”. Il presidente del Consiglio regionale della Puglia, Onofrio Introna, rivolge a nome dell’intera Assemblea “espressioni di sincera riconoscenza per l’Arma e di affetto per il ventisettenne altamurano e gli altri feriti. A queste si aggiunge l’adesione all’appello alla raccolta di fondi per garantire a Domi le migliori opportunità di recupero, lanciato dagli amici che in questi mesi non lo hanno abbandonato”.

Nell’episodio ai danni del locale in Largo Nitti, si manifesta il contrasto tra il bene e il male che caratterizza la società di oggi, fa notare il presidente Introna. “Alla sfida della criminalità, che per raggiungere i suoi scopi estorsivi non esita a colpire quanti affollavano la sala giochi, hanno risposto la pronta attività investigativa dei Carabinieri e la gara di solidarietà dei bravi giovani altamurani. La professionalità dei militari guidati dal Comandante provinciale colonnello Castello e dal tenente colonnello Barbera merita il grazie della comunità civile e nell’augurare a Domenico di superare questa lunga fase difficile, estendo a tutti i pugliesi la raccolta di fondi lanciata dai ragazzi tra gli altamurani per curare Domi nelle strutture più idonee.

È un invito che sono certo i cittadini vorranno sostenere, come sono certo che tutte le Forze dell’Ordine e la Magistratura, nel contrasto ad ogni forma di illegalità, insisteranno nel fronteggiare il gioco d’azzardo e le macchinette mangiasoldi, avvalendosi anche della legge regionale n. 43/2013 che il Consiglio regionale pugliese ha adottato all’unanimità, rafforzando il movimento nazionale e locale contro la ludopatia e impegnandosi a garantire terapie e prevenzione ai malati di gioco”.

PressGiochi