30 Gennaio 2023 - 01:52

India: sondaggio rivela che il 65% degli indiani considera i fantasport come gioco d’azzardo

Un sondaggio condotto dalla piattaforma di social media LocalCircle ha rivelato che quasi il 65% su 9.507 intervistati ritiene che i fantasy sport online siano simili al gioco d’azzardo. Nel

28 Novembre 2022

Print Friendly, PDF & Email

Un sondaggio condotto dalla piattaforma di social media LocalCircle ha rivelato che quasi il 65% su 9.507 intervistati ritiene che i fantasy sport online siano simili al gioco d’azzardo. Nel frattempo, il 74% su 12.602 persone ritiene che il limite di perdita per partita per i fantasy sport dovrebbe essere Rs50-1.000.

LocalCircles ha chiesto agli intervistati: “I fantasport online dovrebbero essere considerati giochi online che implicano scommesse e gioco d’azzardo?” Quasi due terzi degli intervistati (65%) ha selezionato “sì”, il 14% ha risposto “no” e il restante 21% non ha fornito una risposta chiara.

Un’altra domanda era: “Se i governi statali non li vietano, come dovrebbero essere limitate le perdite per chi gioca?” Circa il 32% degli intervistati ha affermato che a un individuo dovrebbe essere consentito di perdere non più di Rs50; il 12% ha detto Rs100; Il 10 per cento Rs500 e il 20 per cento ha detto Rs1.000.

Infine, a 11.994 intervistati è stato chiesto: “Le piattaforme di gioco fantasy chiedono alle persone di creare una squadra a pagamento e vincere denaro senza preavviso. Quale dovrebbe essere la via da seguire in tale pubblicità? Solo il 6% degli intervistati ritiene che gli annunci debbano essere consentiti con avvisi appropriati sui rischi finanziari, mentre il 91% ha affermato che dovrebbero essere vietati completamente.

I risultati contrastano con il trattamento degli sport di fantasia come giochi di abilità piuttosto che giochi d’azzardo come confermato dalle decisioni della Corte Suprema.

Un panel istituito dal primo ministro Narendra Modi ha concluso che l’India dovrebbe istituire un organismo di regolamentazione per i giochi di abilità online. L’autorità di regolamentazione classificherebbe i giochi online come basati sull’abilità o sulla fortuna, implementerebbe regole per bloccare i formati proibiti e imporre norme sul gioco d’azzardo più severe.

Ad oggi, a parte il precedente della Corte Suprema sul gioco d’azzardo basato sull’abilità, non esiste uno statuto federale per governare l’industria del gioco d’azzardo in India, con ogni stato che prende la propria posizione sulla questione. Lo stato del Tamil Nadu ha promulgato una legge che vieta il gioco online a ottobre ma non è ancora entrata in vigore.

 

PressGiochi