24 Settembre 2020 - 04:59

Imprese Italia: tra aprile e giugno le attività legate al gioco salgono a 6.771

Segnali di vitalità in arrivo dal sistema imprenditoriale del Mezzogiorno nel secondo trimestre dell’anno. Tra aprile e giugno il Registro delle imprese delle Camere di commercio ha fatto registrare un

26 Luglio 2016

Print Friendly, PDF & Email

Segnali di vitalità in arrivo dal sistema imprenditoriale del Mezzogiorno nel secondo trimestre dell’anno. Tra aprile e giugno il Registro delle imprese delle Camere di commercio ha fatto registrare un incremento di 38mila unità, di cui 14.500 (il 38,1%) residenti al Sud. Un risultato che evidenzia la crescente partecipazione dell’imprenditoria del Mezzogiorno al saldo nazionale negli ultimi anni: dal 2008 ad oggi, infatti, la quota del saldo nazionale delle aziende del Sud è passata dal 29% al 38,1% del secondo trimestre di quest’anno.

 

Per quanto riguarda il settore lotterie, scommesse e case da gioco, nel secondo trimestre del 2016 in Italia sono 6.771 le imprese registrate alla Camera di Commercio. Erano 6.542 nel primo trimestre dell’anno.

Di queste 6.124 imprese sono attive, 55 le nuove iscrizioni, 97 le imprese cessate con una variazione rispetto al trimestre precedente di 271 attività.

Segno positivo è il dato relativo alle imprese cessate se paragonato a quello del primo trimestre quando erano nel settore giochi ben 178 le imprese che avevano chiuso i bettenti.

Di queste 2.752 sono sotto forma di imprese individuali, 2.904 sono società di capitale, 1.077 società di persone e 38 altre forme.

 

Dati del primo trimestre

PressGiochi