26 Settembre 2020 - 08:42

Imprenditori Ippici: “Sui pagamenti, la realtà è molto diversa da quanto annunciato”

Molti ippici in questi giorni ci chiedono la reale situazione dei pagamenti anche in considerazione dell’imminente blocco estivo. La delega al Dott. Bittini, fanno sapere gli Imprenditori Ippici Italiani, é

17 Luglio 2015

Print Friendly, PDF & Email

Molti ippici in questi giorni ci chiedono la reale situazione dei pagamenti anche in considerazione dell’imminente blocco estivo. La delega al Dott. Bittini, fanno sapere gli Imprenditori Ippici Italiani, é praticamente in fase di definizione con la registrazione presso la Corte dei Conti e questa è una buona notizia perché permetterà di procedere ai pagamenti fin qui bloccati da questo passaggio formale.
Ma questi certamente non avverranno entro luglio come annunciato.

Queste le ipotesi di quanto potrebbe succedere se tutto filasse liscio senza problemi:

Scuderie e operatori al 4%

Marzo 2015: già pagato
Novembre 2012: si ipotizza fine luglio/primi agosto
Aprile 2015: non prima di settembre
Dicembre 2012: forse settembre. Più probabile ottobre

Scuderie con Partita Iva
Marzo 2015: in pagamento
Novembre 2012: fac simile già disponibili da tempo. Qualcuno potrebbe ricevere il pagamento già a fine luglio/primi agosto
Aprile 2015: fac simile non ancora disponibili. Pagamenti ipotizzabili per fine settembre/ottobre
Dicembre 2012: fac simile non ancora disponibili. Pagamenti non prima di ottobre/novembre

Rimborso Iscrizioni Gran Premi 2013/2014/2015

Tutto fermo in alto mare.
Ogni giorno questa assurda situazione si rivela un vero e proprio furto ai danni dei Proprietari, una truffa in piena regola in barba al Regolamento.
Stiamo organizzando azioni legali per effettuare sequestri cautelari nei confronti del Tesoro dello Stato, a nostro avviso unica strada per recuperare i nostri soldi. Chi fosse interessato ci contatti a imprenditoriippici@gmail.com

Disponibilità finanziarie per il Montepremi 2015
Purtroppo non ci sono garanzie reali che possano scongiurare dei tagli in autunno.
Come noto il rimborso dei crediti Iva del 2009/2010 era stato sbloccato dall’Agenzia delle Entrate già a fine Giugno 2015 per cui si sapeva che quei 14 milioni erano già in arrivo anche se si é voluto far credere che siano stati ottenuti “miracolosamente” dai vertici del Mipaaf.
Adesso mancano all’appello circa 17 milioni per chiudere il 2015.
Le ipotesi sono due:
1) Agenzia delle Entrate conferma l’esigibilità del rimborso Iva a favore del Mipaaf anche per il 2011/2012 e arriveranno i soldi necessari per coprire il 2015.
2) Agenzia delle Entrate non riconosce subito l’esigibilità di quei soldi e allora il Mipaaf, doverosamente, inizierà a spalmare il mancante tagliando il Montepremi ed eliminando giornate. Alla fine questi tagli peserebbero prevalentemente sulle Scuderie e sugli operatori riducendo di circa il 15% le loro spettanze su base annua.
Al momento nessuno é in grado di dire cosa succederà. Di fatto le promesse, gli annunci, le recenti rassicurazioni, seguendo lo stile alquanto ambiguo degli ultimi anni, si stanno rivelando “promesse da marinaio” e niente di più. Ma qualcuno, a questi politici, ci crede ancora?

PressGiochi