30 Ottobre 2020 - 06:22

Imprenditori Ippici Italiani: “Nel primo semestre 2016 perdita del 7,5 % nella raccolta scommesse, paghiamo il ritardo della riforma”

Gli Imprenditori Ippici Italiani analizzano i dati della raccolta scommesse ippiche del primo semestre 2016: una perdita del 7,5 %. “Purtroppo i dati del primo semestre del 2016 confermano un

14 Luglio 2016

Print Friendly, PDF & Email

Gli Imprenditori Ippici Italiani analizzano i dati della raccolta scommesse ippiche del primo semestre 2016: una perdita del 7,5 %.

“Purtroppo i dati del primo semestre del 2016 confermano un inquietante trend negativo- commentano-Nei primi sei mesi di quest’anno abbiamo raccolto, coi due totalizzatori, Euro 276,146 milioni con una perdita secca rispetto al 2015 del 7,5%. Nel 2009 raccoglievamo oltre un miliardo di Euro, oggi siamo esattamente ad un quarto”.

2009 Euro 1.048.488.000
2010 Euro 897.191.000 (-14,5%)
2011 Euro 740.427.000 (-17,5%)
2012 Euro 493.363.000 (-33%)
2013 Euro 418.311.000 (-15,3%)
2014 Euro 327.831.000 (-21,7%)
2015 Euro 298.346.000 (-9%)
2016 Euro 276.146.000 (-7,5%)

“Purtroppo non sorprendono questi dati a fronte di un ulteriore peggioramento della proposta- concludono gli Imprenditori con parole estremamente scoraggiate- corse poco interessanti, con pochi cavalli e appiattimento generale. Spesso favoriti a quote molto basse. Corse normali travestite da Tris forse per distribuire qualche gettone. Paghiamo l’insufficiente proposta di corse estere al lunedì a fronte di una chiusura gestita malissimo. Paghiamo la distribuzione delle giornate fatta più a beneficio delle Società che del Palinsesto. Paghiamo moltissimo la chiusura serale delle Agenzie e questa estate sarà deleterio questo elemento. Paghiamo l’assenza di persone competenti in materia. Paghiamo una gestione che tira a campare e non fa l’interesse del settore. Paghiamo il ritardo della Riforma”.

PressGiochi