14 ottobre 2019
ore 23:00
Home In evidenza Il futuro dei giochi online: sempre più da smartphone

Il futuro dei giochi online: sempre più da smartphone

SHARE
Il futuro dei giochi online: sempre più da smartphone

Il mondo del gambling sta continuando il suo percorso di crescita esponenziale, sotto la spinta delle nuove tecnologie che hanno reso questo settore uno dei più floridi degli ultimi anni, attirando milioni e milioni di utenti di tutto il mondo. Basti pensare che solo nei primi mesi del 2017 la spesa nei giochi digitali d’azzardo è stata pari a 611 milioni di euro, a confronto con 1 miliardo di euro segnati per l’intero anno del 2016. Numeri importanti, quindi, che parlano di una crescita del 23% ed un traguardo impressionante di oltre 1,2 miliardi di euro a fine del 2017.

Da diversi anni, unitamente a tale crescita, ci sono diversi studi che tracciano la prospettiva per il futuro dei giochi online, ed il risultato è sempre lo stesso: saranno sempre più online e quindi sempre più disponibili su smartphone.

Per cavalcare tale successo, ma allo stesso tempo tutelare gli utenti, l’AAMS – l’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato – ha dato vita al concorso per l’approvazione di 120 nuove concessioni per il gioco d’azzardo online, con l’arrivo sul mercato di casino online nuovi e l’aspettativa di portare nelle casse dello Stato l’importo di circa 24 miliardi di euro.

Il gioco online, dunque, è destinato al mondo degli smartphone. Questo grazie anche all’uso dei nuovi canali per il gioco online, come ad esempio i social network che attirano moltissimi utenti e che offrono la possibilità di giocare tranquillamente attraverso la piattaforma stessa.

Ma non è tutto: la questione dell’accessibilità è alla base di tale grande successo. Gli utenti sono estremamente attratti dalla possibilità di giocare in qualsiasi momento della giornata utilizzando semplicemente il proprio smartphone. Pensate ad un lavoratore che durante la pausa sul posto di lavoro riesce a dedicare anche solo pochi minuti al mondo del gambling. O a chi, ad esempio, vuole giocarci stando comodamente seduto sul divano di casa, o mentre è al parco col proprio cagnolino.

Gli smartphone poi sono spinti da tecnologie in continua evoluzione, capaci di offrire sempre nuove opportunità agli sviluppatori, avvicinandosi sempre più ad esperienze simili a quelle offerte da PC e console. Ecco perchè col tempo il gioco ha subito questa sorta di migrazione dai vecchi dispositivi agli smartphone.

A livello mondiale ben 378 milioni di giocatori spendono in media 2,70 dollari al mese per comprare app o fare acquisti in-app, cifra che entro il 2018 è destinata a salire a 3,07 dollari. La regione più spendereccia è quella asiatico-pacifica, che con il 48% dei ricavi globali supera di tre volte persino gli Stati Uniti. Terza l’Europa occidentale, che però è quella con il tasso di crescita maggiore: rispetto all’anno precedente, il 2016 ha fatto segnare un notevole +66%. Oltre che accessibile a tutti, il mobile gaming sfata definitivamente il mito dei videogames solo per maschi. Secondo i dati del report infatti la forbice tra i due sessi non è poi così ampia: negli Stati Uniti il 48% dei giocatori è donna, in Europa il 46% e in Corea, Giappone e Cina si scende al 43%.

 

PressGiochi

PASSWORD RESET

Inserisci codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.


LOG IN