26 Settembre 2020 - 11:36

Il comune di Stradella (PV) sulle slot continua il suo percorso di “azione senza repressione”

Il Comune di Stradella continua il suo percorso “originale” in materia di azzardo.  Oggi, 30 giugno alle 17.30, infatti nella sala Cultura del municipio di Stradella saranno presentati i risultati

30 Giugno 2016

Print Friendly, PDF & Email

Il Comune di Stradella continua il suo percorso “originale” in materia di azzardo.  Oggi, 30 giugno alle 17.30, infatti nella sala Cultura del municipio di Stradella saranno presentati i risultati conclusivi interventi del progetto “Mettiamoci in gioco”, finanziato dalla Regione Lombardia con 43 mila euro. A curare il progetto l’assessore al Welfare, Alessandra Mossi, in collaborazione con l’ufficio Servizi sociali. Particolarità dell’amministrazione Maggi è stata quella di lavorare molto sulla prevenzione, ma contestare l’ordinanza restrittiva nei confronti delle slot proposta dalla minoranza.  “Non credo nell’efficacia di ordinanze di questo tipo – aveva dichiarato Maggi – Ci sono dei dati che dimostrano che l’ordinanza di Pavia abbia fatto diminuire il gioco d’azzardo? Io ho fatto una ricerca molto lunga, ma non li ho trovati”. Oggi sarà riproposta, inoltre, l’assegnazione del marchi “no slot” agli esercizi che decidono di non installare le macchinette nei locali. Una linea dunque, questa del comune, di azione attiva senza “aggressione”.

PressGiochi