26 Gennaio 2021 - 22:04

Haijer (EGBA): “E’ ora che la Finlandia metta fine al monopolio sul gioco online”

La politica finlandese sul gioco d’azzardo è a un bivio e il governo si trova di fronte a una scelta chiara: attenersi ai fallimenti dell’attuale politica e del suo sistema

18 Dicembre 2020

Print Friendly, PDF & Email

La politica finlandese sul gioco d’azzardo è a un bivio e il governo si trova di fronte a una scelta chiara: attenersi ai fallimenti dell’attuale politica e del suo sistema di monopolio, o cambiare rotta, scrive Maarten Haijer della European Gambling and Betting Association (EGBA).

La Finlandia è l’unica contea dell’UE che ha ancora il monopolio del gioco d’azzardo. Ciò significa che il monopolio statale, Veikkaus, è l’unica azienda autorizzata a offrire giochi d’azzardo in Finlandia, una posizione privilegiata che Veikkaus ha sfruttato per diventare una delle più grandi società di gioco d’azzardo d’Europa con un fatturato annuo di 1,69 miliardi di euro.

L’anno scorso, per ogni bancomat nel paese, c’erano quasi 10 slot machine Veikkaus, che coprivano una vasta rete di negozi, chioschi e stazioni di rifornimento. I finlandesi sono ora favorevoli a porre fine al monopolio e sostituirlo con un modello di licenze aperte che consentirebbe anche – come in ogni altro paese dell’UE – società private per offrire giochi d’azzardo, in particolare online.

Uno dei maggiori problemi con la politica finlandese sul gioco d’azzardo è che un sistema di monopolio è impossibile da mantenere nel mondo online a causa della facilità con cui i consumatori possono passare da un sito web all’altro nell’odierno mercato elettronico globale. Ciò significa che più scelta o alternative a Veikkaus possono essere facilmente trovate su Internet con i siti di scommesse internazionali.

Un recente sondaggio ha mostrato- scrive EGBA – che lo scorso anno il 16,4% delle entrate finlandesi del gioco d’azzardo online, pari a 105 milioni di euro di entrate imponibili, è stato speso dai finlandesi su siti web di scommesse internazionali che pagano le tasse altrove.

I motivi per cui i finlandesi scelgono di scommettere sui siti web internazionali: migliori quote di scommessa e tassi di rendimento, vincite potenziali più elevate e una selezione di prodotti più ampia rispetto a Veikkaus. Il risultato? Lo stato è privato di una parte significativa delle entrate imponibili del gioco d’azzardo online finlandesi e molti finlandesi giocano d’azzardo su siti web internazionali che non applicano le leggi finlandesi sui consumatori.

Il governo finlandese ha da tempo giustificato il suo monopolio con la convinzione che lo Stato sia in una posizione migliore per proteggere i consumatori. Se ciò fosse vero, la Finlandia dovrebbe avere il tasso di gioco problematico più basso nell’UE poiché è l’unico Stato membro con un monopolio del gioco d’azzardo gestito dallo Stato. mA non è questo il caso.

Secondo gli ultimi dati, la Finlandia ha un tasso di gioco problematico del 3% della sua popolazione, dieci volte superiore a quello della Spagna, un paese senza monopolio del gioco e molti milioni di giocatori in più rispetto alla Finlandia.

 

Il governo finlandese deve fare una scelta chiara – conclude EGBA. Sostituire il monopolio con un sistema di licenze aperte non significa far giocare più persone in Finlandia, né uccidere Veikkaus. Piuttosto, è il modo sensato per soddisfare le richieste di quei giocatori finlandesi che cercano un’alternativa al monopolio e attualmente giocano sui siti web di gioco d’azzardo internazionali – e per regolamentare e tassare questa attività. Sia la Danimarca che la Svezia hanno dimostrato che la sostituzione del monopolio del gioco d’azzardo online con licenze aperte massimizza i dividendi per la società e porta a una regolamentazione più efficace del gioco d’azzardo. In ciascuno di questi casi, i paesi hanno mantenuto il loro monopolio terrestre ma hanno permesso alle società private di ottenere una licenza per il gioco d’azzardo online, dove il sistema monopolistico non funziona. L’introduzione di licenze aperte per il gioco d’azzardo online non è rivoluzionario, è evolutivo e garantirà che la maggior parte dei finlandesi giochi in un ambiente regolamentato e protetto. Ma adattato alla realtà dei nostri tempi. Tutti gli altri paesi dell’UE l’hanno già fatto, ha senso ed è tempo che la Finlandia faccia lo stesso”.

PressGiochi