17 novembre 2019
ore 17:15
Home In evidenza Gruppo Codere, nel primo trimestre ricavi in crescita del 12%, in Italia raggiunti i 79 mln

Gruppo Codere, nel primo trimestre ricavi in crescita del 12%, in Italia raggiunti i 79 mln

SHARE
Gruppo Codere, nel primo trimestre ricavi in crescita del 12%, in Italia raggiunti i 79 mln

Baretta pronto a presentare emendamento per la riduzione del 30% delle slot

UK. I laburisti vogliono ridurre la puntata delle FOBTs, i bookies: “Distruggerebbero 20 mila posti di lavoro”

Il Gruppo Codere, multinazionale spagnola di riferimento nel settore del gioco privato, ha annunciato oggi i risultati del primo trimestre dell’anno.

 

Nel primo trimestre 2017 il Gruppo Codere ha continuato a sviluppare il suo piano strategico dopo aver completato il processo di ristrutturazione finanziaria nel 2016.

In questo contesto, i risultati del primo trimestre 2017 mostrano una grande efficacia delle operazioni in Messico, nonostante la svalutazione della moneta locale, Argentina e Italia, nonostante l’aumento delle tasse in entrambi i mercati.

 

In Italia, i ricavi sono diminuiti di un 3,7% rispetto allo stesso periodo del 2016, raggiungendo i €79 MM. Nel primo trimestre 2017 cresce la media giornaliera per macchina AWP di uno 0,8%, cresce il parco AWP e VLT, di un 7,4% e di un 3,9%, rispettivamente, e il numero di unità collegate alla rete Codere. L’EBITDA normalizzato è aumentato di un 36% fino a raggiungere i €7 MM. Anche il margine di EBITDA normalizzato è salito al 9%, 2,6% in più di quello che è stato raggiunto nel primo trimestre 2016.

 

 

Dopo l’acquisto del 50% di HRU in Uruguay nell’ultimo trimestre 2016, il 31 Marzo del 2017,il Gruppo ha completato l’acquisto della partecipazione di minoranza del Gruppo Caliente in una delle nostre operazioni messicane per $26 MM (€24,4MM). Con questo accordo, Codere continua a consolidarsi nel mercato del gioco privato messicano, mercato in cui è Leader e che è critico per la realizzazione del piano strategico della Compagnia.

 

In termini globali, il fatturato consolidato ha raggiunto, nel primo trimestre 2017, i €405 MM, un 12% in più rispetto ai €363 MM registrati nel primo trimestre del 2016. Il differenziale positivo è dovuto alla crescita in Argentina (€26MM), favorita dal tasso di cambio stabile della moneta locale rispetto all’euro, e in Uruguay (€15 MM), dopo l’acquisizione del 50% di HRU nel quarto trimestre del 2016.

 

Il Risultato Operativo Lordo (EBITDA normalizzato) ha raggiunto, nel primo trimestre del 2017, i €68,1MM, un 10% in più rispetto allo stesso periodo del 2016, dovuto principalmente alla crescita in Argentina, in parte per la forza della moneta che compensa l’impatto dell’aumento delle tasse sul gioco (nei risultati in €), alla crescita in Uruguay, grazie alle buone performance del Carrasco e all’incorporazione dei risultati delle sale di HRU, e al buon risultato registrato in Italia.

 

La Compagnía ha registrato un margine di EBITDA normalizzato del 16,8%, leggermente più basso di quanto raggiunto nel primo trimestre del 2016, principalmente per la caduta del margine in Argentina (dovuto all’aumentodal 12% al 15% della tassa sui ricavi lordi nella Provincia di Buenos Aires), e in Spagna per la cattiva evoluzione del margine sui ricavi nel business delle scommesse sportive.

 

L’utile netto del primo trimestre del 2017 ha toccato i €2,7MM, un dato che consolida la tendenza positiva dei risultati per il terzo trimestre consecutivo, dopo la ristrutturazione finanziaria completata nell’esercizio anteriore.

 

Gli investimenti realizzati nel primo trimestre del 2017, senza considerare l’operazione con il Gruppo Caliente (€24,4MM), sono saliti a €24MM, di cui €16MM dedicati al mantenimento e €8 MM all’aumento dell’operatività in Messico, Spagna e Italia.

 

Al 31 marzo 2017, la Compagnia contava con una cassa di €149MM.

 

Alla fine del primo trimestre del 2017, il parco macchine di Codere (escludendo le attività dei terzi) si è incrementato di circa un 1,4%, rispetto al 2016, raggiungendo le 55.263 unità, riflesso della crescita in Italia e Messico. Il numero totale dei punti di scommesse sportive inoltre ha avuto un incremento del 14% fino a raggiungere i 166 punti, principalmente grazie alle 12 aperture in Spagna. Il numero delle sale nel primo trimestre 2017 ha raggiunto le 144.

 

Attività internazionali della compagnia

 

L’Argentina ha raggiunto ricavi cumulati nel primo trimestre 2017 di €152 MM, un 21% inpiù rispetto allo stesso periodo del 2016, dovuto al fatto che l’inflazione locale non è stata compensata da una svalutazione della stessa moneta equivalente. L’EBITDA normalizzato si è incrementato di un 11% fino a €35MM per lo stesso motivo e nonostante l’aumento di un 3% della tassa sui ricavi lordi che ha ridotto il margine di EBITDA fino al 23,1%, due punti al di sotto del primo trimestre del 2016.

 

In Messico, il fatturato del primo trimestre del2017 è stato di €81MM, uno 0,2% in più rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. In questo caso la svalutazione del peso rispetto all’euro (9%) ha neutralizzato il buon andamento in moneta locale (crescita del 9%), frutto dell’incremento della raccolta per macchina (9%).L’EBITDA normalizzato del periodo si è ridotto di uno 0,9% influenzato, nuovamente, per la svalutazione del peso che, a cambio constante, avrebbe supposto un incremento dell’8,8%. Il margine di EBITDA normalizzato diminuisce leggermente, di uno 0,3%,fino al 26,4%.

 

In Spagna, i ricavi sono aumentati di un 5% raggiungendo i €44 MM nel primo trimestre 2017, il che riflette la buona evoluzione del business degli apparecchi e del Bingo Canoe nonostante la diminuzione dei ricavi delle scommesse sportive. Questa unità ha subito una caduta nel margine delle scommesse come conseguenza di una combinazione di risultati sportivi che hanno favorito i clienti nel trimestre, riducendo il margine dei ricavi della compagnía in maniera similare a quanto è successo con altri operatori in Spagna e Europa. L’EBITDA normalizzato nel primo trimestre 2017 decresce di €2,3MM rispetto allo stesso periodo dell’anno predecente, come conseguenza della diminuzione del margine nelle scommesse sportive. Allo stesso modo, il margine EBITDA si contrae di un 6,3% rispetto al primo trimestre del 2016.

 

PressGiochi

 

banner

PASSWORD RESET

Inserisci codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.


LOG IN