26 Settembre 2020 - 17:26

Grecia. Vlt, un sistema da rivedere per il mercato legale e la diffusione di quello illegale

Il gioco d’azzardo illegale negli Internet café e nei mini casinò senza licenza sembra essere in aumento in Grecia, con la polizia che solo nelle ultime due settimane del 2016

04 Gennaio 2017

Print Friendly, PDF & Email

Il gioco d’azzardo illegale negli Internet café e nei mini casinò senza licenza sembra essere in aumento in Grecia, con la polizia che solo nelle ultime due settimane del 2016 ha realizzato 300 arresti in 51 incursioni attuate.

Secondo i dati ufficiali dell’EEEP, nel corso dell’ultimo anno la polizia ha fatto irruzione in 480 stabilimenti che operano con terminali per il gioco privi di licenza o giochi da casinò illegali e realizzato 1513 arresti, sequestrando oltre 160mila euro in contanti.

Le autorità hanno anche sequestrato centinaia di computer che sono stati illegalmente utilizzati come terminali di video lotterie, o VLT, che sembrano essere il gioco preferito per i giocatori greci. Gli esperti, infatti, stimano che il gioco d’azzardo illegale VLT è il mercato di un miliardo di euro che si traduce in perdite allo Stato greco dalle tasse di circa 300-400 milioni di euro.

La polizia dice che arginare il fenomeno è un compito difficile in quanto le multe per la gestione di macchine da gioco illegali sono estremamente basse rispetto ai profitti che possono essere fatti dagli operatori. Un esempio calzante è una struttura nel centro di Serres nel nord della Grecia, che è stato perquisito otto volte in meno di tre mesi ed è risultato essere in violazione delle leggi di gioco.

 

Il settore delle Videolotterie rappresenta per il governo ellenico un problema non solo sotto il profilo del mercato illegale, in quanto anche quello regolamentato sarebbe stato accusato dalla Commissione Imco del Parlamento europeo di non essere conforme con le norme comunitarie. Il problema, in questo caso, riguarda la tutela dei consumatori, non perfettamente rispettata dalle norme del governo Tsipras.

L’Ue, ha infatti recentemente chiesto alla Grecia di sospendere il regolamento di settore e fornire alla Commissione informazioni sui regolamenti per le VLT, di non applicarli e chiarire anche le proposte in discussione relativamente al quadro giuridico per il gioco online.

 

PressGiochi