08 aprile 2020
ore 07:24
Home Bingo Gran Bretagna. Nel caldo di agosto, la politica inglese (come quella italiana) si scatena sulle modifiche agli apparecchi da gioco

Gran Bretagna. Nel caldo di agosto, la politica inglese (come quella italiana) si scatena sulle modifiche agli apparecchi da gioco

Il Ministro del Tesoro britannico, Philip Hammond, ha ufficialmente confermato la sua intenzione di bloccare la revisione in atto sui terminali di scommesse fisse (FOBT) a causa delle preoccupazioni che un cambiamento delle regole relative alle puntate di gioco potrebbe avere sulle entrate erariali. Secondo il Tesoro, infatti, i piani diretti a tagliare la quota massima sulle FOBT da £ 100 (€ 110) a soli £ 2 sarebbero "finanziariamente paralizzanti". La revisione era attesa per l’inizio di quest’anno...
SHARE
Gran Bretagna. Nel caldo di agosto, la politica inglese (come quella italiana) si scatena sulle modifiche agli apparecchi da gioco

Il Ministro del Tesoro britannico, Philip Hammond (nella foto), ha ufficialmente confermato la sua intenzione di bloccare la revisione in atto sui terminali di scommesse fisse (FOBT) a causa delle preoccupazioni che un cambiamento delle regole relative alle puntate di gioco potrebbe avere sulle entrate erariali.

Secondo il Tesoro, infatti, i piani diretti a tagliare la quota massima sulle FOBT da £ 100 (€ 110) a soli £ 2 sarebbero “finanziariamente paralizzanti”.

 

 

La revisione era attesa per l’inizio di quest’anno, in seguito alle richieste pervenute da gruppi politici  e associazioni sociali preoccupati per i risvolti negativi che l’uso di questi apparecchi sta provocando in termini di patologie. Tuttavia la discussione tra il Dipartimento per la Cultura, il Media e lo Sport e il Tesoro ha fatto slittare le modifiche fino a questo ottobre.

 

Philip Hammond

Il partito Conservatore, che rimane al Governo grazie ad un accordo con il partito Democratic Unionist nonostante a giugno abbia perso la maggioranza alla Camera dei Comuni, non ha menzionato le Fobts nel suo Manifesto. Sia il partito Laburista che quello dei Democratici liberali, dalla loro, hanno confermato che nel caso salissero al potere taglierebbero la puntata massima ai terminali a 2£.

 

 

Il problema del Governo sarebbe legato alla coalizione con il partito Dup. Il Democratic Unionist Party che con il proprio sostegno dalle elezioni dello scorso 8 giugno è diventato decisivo per la formazione del Governo, sarebbe favorevole ad una revisione delle puntate sugli apparecchi da gioco. Secondo i parlamentari Dup, le Fobts sarebbero distribuite in maniera sproporzionata nelle aree povere del Paese e dati recenti hanno mostrato le cifre impressionanti che i giocato riperdono attraverso questi apparecchi.

«È moralmente errato consentire che questa situazione vada avanti a causa della titubanza del Tesoro sulle FOBTs. La Gran Bretagna sarà finanziariamente migliore se intraprendiamo un’azione su queste macchine» ha dichiarato l’on. Jim Shannon (Dup) che ha chiarito:« Continueremo a chiedere restrizioni sulle quote di questi apparecchi da gioco. Le puntate devono  essere al massimo da 2 o 5 sterline. Alcune persone stanno scommettendo grandi quantità di denaro e diventando completamente dipendenti da esse”.

 

 

Tuttavia, Tracey Crouch, membro del Parlamento e sottosegretario di Stato per lo Sport ha negato tale intenzione del Governo. L’idea nazionale è quella di limitare la pubblicità del gioco e di ridurre le scommesse massime alle FOBT da £ 100 a soli £ 2, dopo che la Gambling Commission ha pubblicato prove che potrebbero essere dannose per i giocatori.

I giocatori oggi possono scommettere sulle FOBTs 100 £ ogni 20 secondi, accedendo tramite touchscreen a giochi da casino, roulette e bingo. L’intenzione del Ministero alla Cultura, Media e Sport quindi era quello di ridurre la puntata a 2 £, ma oggi il Tesoro ha espresso chiaramente le proprie preoccupazioni relativamente alle entrate.

Nel 2016 sono stati circa 1.8mld di £ scommesse su questi terminali che hanno contribuito con 400milioni di £ al Tesoro.

 

 

Gli attivisti, che in questo caso potremmo chiamare ‘no-fobts’ hanno fatto sapere in queste ore che se il Governo non deciderà di intervenire si avranno serie ripercussioni in termini di costi relativamente alla dipendenza da gioco e alle infiltrazioni criminali.

 

 

L’on. laburista Carolyn Harris, presidente dell’intergruppo parlamentare per le fixed-odds betting terminals (FOBTs) ha affermato che il Ministro delle Finanze dovrebbe esaminare i costi insostenibili per le casse pubbliche derivanti dalla criminalità, della tossicodipendenza e dai danni sociali sulla popolazione della Gran Bretagna causati dalle puntate esorbitati di questi tipo di slot machine.

 

L’importo totale perso sui FOBT è aumentato del 73 per cento dal 2009, nonostante il numero di macchine sia aumentato solo del 9 per cento nello stesso periodo.

 

 

Ronnie Cowan, deputato nazionale del Scottish National Party ha invitato il governo ad attuare il piano. L’on. ha chiesto una più rapida repressione sui controversi terminali di scommesse fisse, dato che il piano per regolare il settore del gioco è stato ritardato prima delle elezioni generali. ” L’evidenza dimostra – ha chiarito – che queste macchine sono direttamente legate al gioco d’azzardo patologico con 4 giocatori di FOBTs su 5 che presentano caratteristiche di gioco eccessivo con puntate superiori a 13 sterline a partita. I rapporti ufficiali dimostrano che solo a Glasgow, i residenti perdono 35 milioni di sterline l’anno sui terminali di scommesse fisse”.

 

 

Jason Frost, dell’associazione di rappresentanza dell’industria del gaming, Bacta, ha dichiarato: ‘I terminali di scommesse fisse sono una forma ‘forte’ di gioco, completamente inadatta per le sale giochi comuni. Questi apparecchi mettono a repentaglio i consumatori, promuovono una cultura di violenza e aggressività e minano l’attività del settore del divertimento”.

 

L’amministratore delegato di Bacta, John White, (nella foto) ha rassicurato i membri dell’associazione che, contrariamente alle recenti speculazioni, la revisione degli stake delle FOBT non è stata sospesa e incoraggia il cancelliere Philip Hammond a prendere una visione olistica sui vantaggi economici derivanti dalle modifiche presentate nella  proposta dell’associazione. Secondo  White questa vicenda politica va contestualizzata. “Il Parlamento è in vacanza e siamo in quello che è ampiamente considerato come la “stagione stupida” per le notizie. Inoltre, chiunque segua Tracey Crouch su Twitter avrà visto che ha etichettato questo semplicemente come ‘notizia falsa’.

 

L’occasione ci offre tuttavia l’opportunità di ricordare una questione che sta particolarmente a cuore a Bacta per un approccio progressivo alle scommesse e premi che permettano alle nostre società membro di continuare a contribuire in modo significativo all’economia di tutto il paese.

 

Ho scritto – fa sapere White – al Cancelliere per sottolineare le principali argomentazioni economiche e sociali contenute nella nostra presentazione triennale e le conclusioni del Report Landman che ha dimostrato che i soldi spesi in altre parti dell’economia del tempo libero generano 3,5 volte il numero di posti di lavoro rispetto a quando la stessa somma viene spesa nei negozi di scommesse autorizzati.

Vogliamo essere orgogliosi di un settore riconosciuto per quello che è – una scelta di intrattenimento progressiva, rispettata e socialmente responsabile. I livelli ben documentati di danni sociali causati da FOBT come sono attualmente configurati, danneggiano la reputazione del gioco in sé”.
Cristina Doganini – PressGiochi

banner

PASSWORD RESET

Inserisci codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.


LOG IN