29 Novembre 2022 - 12:40

Governo Meloni: gli auguri della Sapar al sottsegr. Freni

Il nodo sottosegretari è stato sciolto durante il Consiglio dei Ministri di oggi. Giorgia Meloni ha infatti presentato la squadra di Governo al completo. L’onorevole Federico Freni è stato riconfermato

02 Novembre 2022

Print Friendly, PDF & Email

Il nodo sottosegretari è stato sciolto durante il Consiglio dei Ministri di oggi. Giorgia Meloni ha infatti presentato la squadra di Governo al completo. L’onorevole Federico Freni è stato riconfermato al Ministero dell’Economia e delle Finanze.
Una riconferma molto attesa dal settore dei giochi. Freni è infatti stato sottosegretario del Mef, con delega ai giochi, nel precedente Governo. La sua attività nel settore del gioco pubblico, incentrata su una gestione equilibrata e trasparente delle diverse esigenze, è stata molto apprezzata in maniera trasversale dagli operatori e lavoratori del settore ed in generale da tutti gli stakeholder.
Federico Freni è stato anche l’autore dell’attesissima Legge Delega con il riordino del gioco pubblico in Italia. La sua riconferma potrebbe portare una accelerazione per l’approvazione della Legge Delega.

“Al sottosegretario vanno i nostri migliori auguri di buon lavoro, – scrive Sapar – nei mesi passati abbiamo apprezzato l’ottimo lavoro, in tema di gioco pubblico, svolto dal sottosegretario. In più occasioni abbiamo avuto modo di confrontarci con l’onorevole Freni, che si è sempre mostrato molto disponibile ed attento alle problematiche che attanagliano il settore degli apparecchi con e senza vincite in denaro ed in particolare delle piccole e medie imprese di gestione che hanno un ruolo fondamentale nel sistema del gioco pubblico di Stato.

Domenico Distante Presidente Sapar ha affermato: “Come associazione più rappresentativa e longeva del settore del associazione di categoria dei gestori, costruttori e distributori degli apparecchi del gioco legale di Stato con e senza vincite in denaro, rinnoviamo al sottosegretario la nostra massima disponibilità al confronto sulle tante questioni ancora aperte in tema di gioco pubblico”.

PressGiochi