28 Gennaio 2021 - 16:19

Gobbato (Lega): “Estendere il divieto di accesso per chi è stato denunciato per spaccio alle sale giochi”

“La Lega è da sempre contraria a qualsiasi tipo di alleggerimento, pur minimo, di legalizzazione delle droghe, così come combatte il fenomeno con convinzione e coraggio. Bisogna impedire che i

02 Dicembre 2020

Print Friendly, PDF & Email

“La Lega è da sempre contraria a qualsiasi tipo di alleggerimento, pur minimo, di legalizzazione delle droghe, così come combatte il fenomeno con convinzione e coraggio. Bisogna impedire che i nostri giovani siano vittime di queste terribili sostanze e questo si può fare anche e soprattutto con l’introduzione di leggi sempre più severe. Un’occasione concreta – afferma alla Camera dei Deputati Claudia Gobbato della Lega – ci viene dall’esame dell’articolo 11 del provvedimento in questione, che dispone la possibilità di divieto di accesso ai locali di pubblico divertimento ed esercizi pubblici per chi abbia avuto una denuncia o una condanna, anche non definitiva, negli ultimi tre anni, per vendita o cessione di stupefacenti nei pressi di scuole e locali pubblici o aperti al pubblico. L’inchiesta White Stone sullo spaccio di droga in diversi comuni campani, che ha visto di recente la conclusione del suo iter giudiziario, evidenzia quanto il fenomeno sia, purtroppo, molto più articolato rispetto a come è indicato nell’articolo 11 e ci dice quanto possa essere più diversificata l’identificazione delle aree di spaccio. In quell’occasione, infatti, si fa riferimento ad aree adiacenti a chiese, a ville comunali, a circoli ricreativi, oltre che gli spazi antistanti. Qui arriva la nostra proposta, che chiede di adottare, per le esigenze e con le modalità illustrate, ulteriori iniziative normative per estendere il divieto di accesso, di cui all’articolo 11 del decreto in esame, anche in prossimità di luoghi di incontro e aggregazione giovanile, e soprattutto nei circoli ricreativi vicino alle sale giochi”.

PressGiochi